Torrenova, Frenis: “Stagione splendida, grazie a tifosi e partner commerciali”

TorrenovaSebastiano Perin e Dario Zucca celebrano un canestro di Torrenova

Dopo la pausa del campionato, coincisa con il recupero ad Avellino, la Fidelia Torrenova domenica alle ore 18 torna tra le mura amiche del Pala LuxorBuilding. La formazione di coach Maurizio Bartocci, che sta disputando un grande campionato, attende Monopoli. Il vice presidente della Cestistica, Valentino Frenis, è soddisfatto per il quarto posto in classifica, con 28 punti all’attivo, a due lunghezze da Ruvo di Puglia e a quattro da Bisceglie. Ben dodici i punti di margine sul decimo posto e sulla prossima avversaria. «Siamo davvero orgogliosi di questa splendida stagione. Questo quarto posto in classifica, ovviamente, non era in alcun modo prevedibile, tenuto conto che ci sono squadre che rappresentano realtà molto più grandi e storiche, con budget di gran lunga superiori al nostro. I risultati che stanno arrivando confermano e premiano il grande lavoro svolto in estate dalla società e da tutto il nostro staff tecnico».

Torrenova

Il vice-presidente di Torrenova Valentino Frenis

La gara contro Monopoli potrebbe dare la matematica certezza della salvezza. Torrenova sta disputando un campionato incredibile, realizzando in totale i punti fatti nelle prime due stagioni. «Domenica affronteremo una squadra agguerrita, che cerca preziosi punti per allontanarsi dalle zone calde della classifica. Sono sicuro che i nostri ragazzi metteranno tutto quello che hanno dentro per portare a casa i due punti in palio. Grazie all’impegno, alla caparbietà, al sacrificio e al duro lavoro si possono raggiungere obiettivi che sembrano impossibili. La Cestistica è un gruppo di amici che, supportati fortemente dall’amministrazione comunale, in poco meno di 10 anni ha portato la squadra ai vertici del basket nazionale. Ricordiamoci che siamo un paese di poco più di 4mila anime, il più piccolo centro italiano a vantare la partecipazione della propria squadra ad un campionato nazionale. Stiamo anche lavorando a medio-lungo termine, perché uno dei nostri desideri è quello di sviluppare e potenziare il nostro settore giovanile. Vedere alcuni dei nostri ragazzi, nati e cresciuti nella nostra Torrenova, in campo nelle ultime uscite è stato motivo di grande orgoglio. Stiamo puntando tantissimo sui giovani, i giovani sono il futuro». 

La riapertura dei palazzetti ha dato lustro a tifosi e partner commerciali: due componenti fondamentali per le società sportive, immaginarsi per una piccola-grande realtà come Torrenova. «Non mi stancherò mai di dire che i tifosi sono il nostro sesto uomo in campo, con loro sugli spalti del Pala LuxorBuilding abbiamo vinto quasi tutte le gare interne. I partner sono la nostra linfa vitale, senza di loro tutto questo non sarebbe mai possibile e proprio per questo li ringraziamo ogni giorno per tutto quello che fanno per noi. Anche in un periodo economicamente difficilissimo, di piena crisi, sono al nostro fianco».