Top Spin-Roma: in palio la Supercoppa. Le interviste con Quartuccio, Ismailov e Rech

Marco Rech Daldosso (foto Vincenzo Nicita Mauro)

La finale di Supercoppa Italiana contro il Cral Comune di Roma, detentrice del trofeo, è il primo impegno stagionale per la Top Spin Messina che, davanti al proprio pubblico, cercherà di chiudere il cerchio dopo aver vinto lo scudetto e la Coppa Italia. A Villa Dante, alle ore 18, con ingresso libero, la squadra allenata da Wang Hong Liang vuole regalare altre forti emozioni ai propri sostenitori. Il match si svolgerà secondo la formula olimpica, al meglio dei cinque incontri: il doppio ad aprire la serie e poi quattro singolari. Ogni squadra può iscrivere a referto quattro atleti, utilizzando una riserva dopo le prime tre gare.

L’abbraccio tra Quartuccio e Amato (foto Vincenzo Nicita Mauro)

Così, alla vigilia, il presidente Giorgio Quartuccio: “La sfida sarà impegnativa e carica di tensione perché è una finale. Roma può contare su Bisi, un atleta sempre difficile da affrontare e Chen, che l’anno scorso si aggiudicò due incontri quando batterono Carrara proprio in Supercoppa. In più c’è il nuovo acquisto, il francese De Saintilan, un difensore esperto”.

Dopo il “double”, la Top Spin ha dunque un’altra opportunità storica: “Vincere la Supercoppa è il nostro sogno, ci pensiamo dal giorno successivo della conquista dello scudetto. Saremmo la prima squadra italiana a centrare questo obiettivo. Se i ragazzi giocano come sanno ce la possiamo fare”.

Il russo Sadi Ismailov in azione

Per Sadi Ismailov, tra i colpi di mercato del presidente Quartuccio, sarà il debutto ufficiale con la maglia della Top Spin: “Darò tutto me stesso per vincere tutte le partite di questa stagione. Essere arrivato alla Top Spin è un passo importante per la mia carriera. Si comincia subito con una gara importantissima con in palio un titolo e vogliamo partire col piede giusto”.

Il forte pongista russo sa già come si vince nel nostro campionato: “Ho già giocato in Italia vincendo uno scudetto a Carrara e quest’anno cercherò di vincerne un altro qui a Messina. Ho sentito parlare bene della Sicilia e del club, sono molto contento di essere arrivato qui. Con gli italiani mi trovo molto bene in generale. Con Antonino Amato mi alleno da tre anni a Formia, ci conosciamo bene e siamo molto amici”.

Marco Rech Daldosso (foto Vincenzo Nicita Mauro)

Alla sua seconda stagione a Messina, Marco Rech Daldosso, tra i grandi protagonisti dei trionfi del 2018/19: “Si parte subito con un incontro importante, completare il Triplete sarebbe bellissimo e sarebbe la conclusione migliore per la stagione perfetta fatta l’anno scorso. Giovedì cominceremo con un doppio, il giorno dopo ci sarà invece la solita formula in campionato che fa sempre storia a sé. In Supercoppa conterà quindi avere un doppio forte”.

“E’ bello tornare da vincitori – ha proseguito Rech Daldosso – ed avere l’obiettivo di riconfermarsi. I propositi nostri, della società e della città sono questi, dobbiamo quindi raggiungere i nostri obiettivi. Ismailov e Monteiro sono due ottimi ingaggi, siamo molto contenti di questi due nuovi arrivi”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti