Terza vittoria di fila per l’Alma Patti che passa con autorità a Civitanova (55-79)

Alma PattiL'esultanza di Patti a Civitanova

L’Alma Patti si conferma squadra in crescita. Nelle Marche arriva la sesta vittoria in campionato, la terza in trasferta. Lo scarto finale è di 23 punti, tre le giocatrici in doppia cifra, con Marta Verona in doppia doppia (16 punti +13 rimbalzi) seguita da Galbiati e Cupido.

Marta Verona in azione

Marta Verona in doppia doppia (foto Tumeo)

Super inizio dell’Alma che vola in un amen sullo 0-8. La risalita di Civitanova è lenta fino a metà quarto (9-14) e dirompente dopo la meta dei primi 10′, con una super Paoletti e poi con quattro punti consecutivi di Castellani validi per parità e soprasso Feba sul 18-17 ad 1′ dalla fine. Buzzanca è costretta al time out, Cupido risponde di classe per il contro sorpasso. Le siciliane schierano Diouf che difende bene ma abbassa il braccio alla fine mandando Bocala ai liberi. Il 20-19 della Feba è cancellato dalla tripla di Rossana Boccalato che piazza anche una seconda bomba sulla sirena, ma fuori tempo. Le padrone di casa escono fuori da un primo quarto che rischiava di diventare scomodissimo realizzato 14 punti sfruttando ben 8 palle perse Alma.

Il secondo tempio si apre ancora di marca ospite con Cupido (22-24), Feba rimane costante a canestro e ancora più attenta ai rimbalzi. Manfrè brucia la diretta avversaria per il +5 (23-28), ma c’è la doppia risposta marchigiana per il 27-28 a 6′. Rosellini firma parità e sorpasso sul 29-28 e Buzzanca rimette nella mischia Verona subito pericolosa con i liberi del nuovo +1 Alma (29-30). L’ antisportivo a Trobbiani per un intenzionalmente su Galbiati non cambia il punteggio, ma le siciliane rimediano ancora dalla lunetta con i liberi di Mariana Kramer. E’ il 29-32 a 3′ di Patti che con il piazzato della capitana allungano sul 29-34 a 2.56″. Il parziale delle ospiti diventa di 0-6 grazie al gioco da 3 punti di Galbiati (29-36), ma sul finire della frazione Paoletti (12 punti in due quarti) infierisce per bene due volte sulla difesa pattese portando Feba sul -3 alla fine del primo tempo (33-36).

Virginia Galbiati

Galbiati al tiro libero (foto Vincenzo Nicita Mauro)

Cupido è illuminante per Galbiati di ritorno dagli spogliatoi. Trobbiani risponde per il 35-38 ma è davvero un’illusione perché l’Alma nel terzo quarto chiude di fatto la gara. Coach Buzzanca allunga la difesa come fatto a Firenze e con maggiore attenzione al tiro viene costruito un parziale di 9-14 già a metà quarto. Esemplare la stoppata di Rosa Cupido, che recupera palla e si invola in contropiede a sinistra per il 35-40. Patti continua a girare bene palla e trova un gioco da tre punti con Stoichkova, due palle recuperate e un secondo gioco da tre punti sull’asse Galbiati-Verona. Feba si sblocca solo ad 1′ minuto dalla fine con Castellani (44-61), l’Alma torna a segnare con Boccalato, ma è ancora Castellani e segnare l’ultimo canestro della frazione per il 46-62.

Nel quarto e ultimo quarto con un’ottima difesa Patti annulla il primo attacco delle padrone di casa e piazza un parziale di 0-6 costruito dalle triple di Cupido e Galbiati. È timida la risposta della Feba perché l’Alma va ai liberi con la sua numero sette. Sul 48-69 arriva un antisportivo a Galbiati che Castellani trasforma solo nel -19 (50-69), Verona commette fallo su Bocola e dai liberi passa il 51-69 della frazione. Uscita per un colpo all’occhio torna Cupido. Galbiati gioca in post basso e ristabilisce il +20, mentre poco dopo Verona fa segnare il massimo vantaggio sul 51-74 (+23). A 3′ coach Buzzanca da campo a Sciammetta e Diouf, ma il canestro è della capitana Kramer. Paoletti interrompe il digiuno marchigiano, sbaglia successivamente una tripla, ma è già fase di gestione per l’Alma Patti e lo è fino al suono della sirena finale che sancisce la vittoria sul 55-79.

Rosa Cupido

Rosa Cupido in doppia cifra (foto Vincenzo Nicita Mauro)

Fe.Ba. Civitanova Marche – Alma Basket Patti 55 – 79
Parziali: 20-22, 33-36, 46-62, 55-79
Feba Civitanova: Malintoppi NE, Ciccola, Rosellini* 2 (0/4, 0/6), Paoletti* 17 (4/8, 3/10), Angeloni, Bocola* 8 (1/5 da 2), Trobbiani* 8 (4/8 da 2), Castellani 14 (5/13 da 2), Severini, Medori NE, Binci* 6 (3/4 da 2), Pelliccetti Allenatore: Dragonetto F.
Tiri da 2: 17/43 – Tiri da 3: 3/16 – Tiri Liberi: 12/16 – Rimbalzi: 36 8+28 (Trobbiani 12) – Assist: 10 (Rosellini 3) – Palle Recuperate: 14 (Trobbiani 4) – Palle Perse: 26 (Binci 7)
Alma Patti: Coppolino, Stoichkova* 9 (4/6 da 2), Galbiati* 21 (6/10, 2/5), Merrina, Cupido* 16 (4/6, 1/5), Sciammetta, Diouf, Verona* 16 (6/12 da 2), Kramer 7 (2/3 da 2), Boccalato 4 (1/3 da 3), Manfre’* 6 (3/8 da 2)
Allenatore: Buzzanca M.
Tiri da 2: 25/49 – Tiri da 3: 4/14 – Tiri Liberi: 17/26 – Rimbalzi: 46 11+35 (Verona 13) – Assist: 15 (Cupido 6) – Palle Recuperate: 10 (Galbiati 3) – Palle Perse: 22 (Verona 6)
Arbitri: Del Gaudio A., Bernardo L.

CLASSIFICA: RMB Brixia Basket 22, La Bottega del Tartufo Umbertide* 20, E-Work Faenza*** 18, Techfind San Salvatore Selargius* 18, Bruschi Basket Galli San Giovanni Valdarno*** 16, Giorgio Tesi Group Nico Basket* 12, Crédit Agricole Cestistica Spezzina* 12, Alma Basket Patti 12, Palagiaccio Pall. Femm. Firenze**** 10, Fe.Ba. Civitanova Marche 8, Acciaierie Valbruna Bolzano* 6, Jolly Acli Livorno 6, Cus Cagliari*** 4, Surgical Virtus Cagliari 0

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva