Terme Vigliatore, D’Anna: “Continuiamo così, tenaci come contro la Jonica”

Chicco D'Anna con la maglia del Rocca di Caprileone

Il Terme Vigliatore riesce a bloccare l’avanzata della Jonica. La formazione di mister Alizzi ha infatti bloccato domenica sull’1-1, allo stadio “Italia ’90”, la battistrada del campionato di Promozione “C”, rilanciando le proprie quotazioni in chiave play-off. Uno protagonisti della gara è stato Chicco D’Anna, sceso giù dalle migliori formazioni dei più recenti campionati di Eccellenza per trascinare il club giallorosso: ”Dopo la partita contro la Jonica – racconta D’Anna – abbiamo avuto la sensazione che si poteva fare di più dal punto di vista del risultato.

Un undici titolare del Terme Vigliatore

Il Terme ha fatto una buona partita fino al momento del rigore, che ha tagliato le gambe un po’ a tutti. Sbagliare dal dischetto contro una squadra così importante, dopo aver costruito molto, è davvero pesante. Fortunatamente – dice – abbiamo saputo reagire da grande squadra, contro un’avversaria altrettanto brava e ben messa in campo da un allenatore di livello. È stata una grande partita, forse di una categoria superiore alla Promozione”. D’Anna si è poi soffermato sui prossimi impegni sulla strada per il Terme Vigliatore, sulla carta non troppo impegnativi: ”Le prossime quattro partite possono rappresentare l’occasione giusta per continuare così ed incrementare i nostri risultati. Dobbiamo restare molto concentrati perché squadre come Merì, Trecastagni e Messina Sud sono dure a morire in campo, specialmente se hanno davanti una squadra di vertice. Diventa dunque non semplice risolvere la gara, come è successo all’andata contro il Messina Sud, dove abbiamo trovato una squadra a zero punti ma che ci ha dato del filo da torcere dato che abbiamo vinto a fatica per 1-0. Queste sono tutte gare preparare una alla volta. Contro il Meri dobbiamo essere gli stessi scesi in campo contro la Jonica, con la mentalità giusta, pronti a fare una gara importante. All’andata ci hanno messo in difficoltà e secondo me potevano raggiungere anche il pareggio”. 

Giuseppe Alizzi

Peppe Alizzi conduce un Terme Vigliatore stabile in alta classifica

Il centrocampista ha profuso belle parole anche per l’altro trascinatore dei termensi, Paolo Genovese, autore della rete siglata contro la Jonica e capocannoniere del torneo con 14 marcature: ”’Genovese può essere l’arma in più di questa squadra, sa di essere un giocatore di passaggio in queste categorie. Sta facendo bene – commenta – ed i suoi 14 gol sono la dimostrazione che è davvero un attaccante di livello pronto sempre a fare il meglio per la squadra. Spero ci porti il più in alto possibile”.

E quanto al suo salto in Promozione, ricorda la difficile stagione trascorsa col Milazzo, poi scomparso dai quadri federali: ”Per me l’annata di Milazzo è stata molto significativa. Avevo intenzione di smettere di giocare a fine anno, perché ho vissuto delle situazioni piuttosto particolari. Fino alla finale di Coppa Italia contro era tutto ok, eravamo tranquilli ed al primo posto anche in campionato. Abbiamo perso una partita in modo rocambolesco contro un Troina che – riflette – anche quest’anno con gli stessi elementi sta dimostrando il suo valore anche in Serie D. Il Milazzo era davvero forte però purtroppo abbiamo vissuto delle situazioni molto spiacevoli che mi hanno portato a pensare al ritiro, come diversi miei ex compagni. La voglia di giocare però era troppa e mi sono fatto coinvolgere in questo progetto/famiglia che si chiama Terme. Mi trovo davvero bene e sto rivivendo momenti di calcio che non vivevo da tempo”.

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

Commenta su Facebook

commenti