Taormina, respinto il ricorso sulla squalifica di Coppa. Il club non ci sta

Città di TaorminaL'allenatore del Città di Taormina Marco Coppa

Il Città di Taormina ha espresso sostegno al proprio allenatore della prima squadra Marco Coppa, squalificato fino al prossimo 31 gennaio, che si è visto respingere dal Giudice Sportivo il ricorso sulla diminuzione della sanzione.

Nuova Igea Virtus

Una fase di gioco del derby fra Taormina e Igea

“Ripercorrendo i fatti – spiega il club biancazzurro attraverso un comunicato e pubblicando anche un video sulla pagina Facebook ufficiale del Città di Taormina – in occasione della semifinale di ritorno di Coppa Italia disputata allo stadio Valerio Bacigalupo tra il Città di Taormina e la Nuova Igea Virtus il 21 dicembre 2022, l’allenatore Marco Coppa veniva espulso dall’arbitro, il signor Lorenzo Armenia della sezione di Ragusa, dopo appena due minuti di gioco e, successivamente – come si evince dal comunicato stampa numero 233 dello scorso 22 dicembre 2022 prodotto dalla Lega Nazionale Dilettanti – lo stesso Coppa subiva una squalifica fino al 31 gennaio 2023″ “per contegno irriguardoso ed aggressivo nei confronti dell’arbitro e dell’assistente arbitro”.

“La società Asd Città di Taormina, immediatamente, si attivava per produrre un tempestivo reclamo, chiedendo una rideterminazione della squalifica in termini più equi. Ma, nel comunicato stampa numero 247 prodotto dalla Lega Nazionale Dilettenti, leggiamo quanto segue”: “dalla lettura del referto arbitrale si evince che, su segnalazione dell’assistente dell’arbitro Pietro Fardella «Al 2 min. del P.T. ho alzato la bandierina per allontanare dal terreno di gioco l’allenatore Coppa Marco (Città di Taormina) per essersi messo faccia a faccia con me e aver offeso, in modo aggressivo, l’operato del collega arbitro». Ebbene, come noto i rapporti dell’arbitro, degli assistenti, del quarto ufficiale e i relativi supplementi fanno piena prova circa il comportamento di tesserati in occasione dello svolgimento delle gare; alla luce di quanto asserito a sua difesa dalla Società appellante e dalla ricostruzione desumibile dal referto, appare indubbio che la condotta attribuita all’allenatore sig. Coppa, non si sia limitata ad una frase rivolta all’assistente di linea ma si sia concretizzata anche in un atteggiamento aggressivo, denotato dalla presenza “faccia a faccia” e dall’offesa rivolta all’operato del direttore di gara”.

Città di Taormina

Il tecnico Marco Coppa a colloquio con Santino Biondo

Il reclamo dell’Asd Città di Taormina è stato respinto. Di seguito una dichiarazione di mister Coppa, al quale la società ha rinnovato il proprio sostegno: “Grazie al supporto delle immagini posso dichiarare come il referto dell’arbitro sia falso. Ritengo che solo per giustificare un’espulsione assurda, arrivata dopo appena 70”, e la conseguente squalifica di un mese, l’arbitro abbia scritto che l’allenatore del Città di Taormina ha cercato l’assistente per mettersi testa a testa rivolgendogli delle espressioni ingiuriose. Grazie alle immagini, ribadisco, posso dire che questo rappresenta un falso. È uno scandalo, perché mette tutti noi addetti ai lavori in balia delle penne degli arbitri, che possono permettersi di scrivere una cosa che non rispecchia la realtà, mentre noi siamo costretti a subire il danno in silenzio. In questo caso specifico, ripeto ancora una volta, non mi sono mai messo testa a testa con l’assistente dell’arbitro, un comportamento che non mi rappresenta nella maniera più assoluta, tanto che io sono e resto un grande sostenitore di quei ragazzi che tentano, ancora oggi, di fare il mestiere dell’arbitro. Una categoria che ammiro, ma ciò non può ammettere che sia loro consentito di scrivere cose non vere”.

Autori

+ posts
The following two tabs change content below.