La stagione del Milazzo si chiude con un ko a Ragusa. Il terzo posto schiude le porte alla DNC

Nell’ultima giornata della Poule Promozione si registra un perentorio successo da parte della Nova Virtus Ragusa, che pur orfana dei due cecchini Andrea ed Alessandro Sorrentino, si conferma assoluta bestia nera del Minibasket Milazzo e lo scavalca in classifica al secondo posto.
Le due squadre giocano tranquille avendo già la promozione in tasca con l’ultima gara della stagione che vale il platonico, ma ambito secondo posto finale. Pesanti le assenze nei due roster: i virtussini mancano di Andrea Sorrentino e del fratello capitano Alessandro (in panca ma per onor di firma), recuperano a mezzo servizio il totem Distefano, ma devono fare a meno all’ultima ora pure di Cascone, messo out dall’influenza. Tra gli ospiti, il capitano Coppolino è iscritto a referto ma non può giocare, mentre il lungodegente Li Vecchi funge da dirigente.

full-image.php_Alla prima sirena scappa via il Milazzo (0-3), ma dopo un tecnico a coach Lucifero c’è il sorpasso degli iblei (13-10 al 5’) griffato dallo scatenato Matteo Iabichella (25 punti con 4 bombe). Il finale di “tempino” però è ancora di marca tirrenica, con Toto (che però scomparirà presto dalla scena) in grande spolvero (20-25 al 10’).
Alla ripartenza, arriva l’immediata riscossa virtussina: dalla panca esce bene Girgenti, mentre Giorgio Canzonieri, “responsabilizzato” dalle assenze dei tiratori principi, fa a gara con Iabichella a chi segna di più. La Nova Virtus prende il largo, arriva pure il terzo fallo del nervosissimo Barbera, mentre Boairdi con la sua tripla marca il massimo vantaggio (45-35), prima dell’intervallo lungo (45-37 al 20’).
Break ospite (0-4) al rientro sul parquet, ma Iabichella è indemoniato e ricaccia indietro il Milazzo che mette in cattedra un Christian Italiano in grande spolvero che tiene a galla la sua squadra (62-51 al 30’). La Nova Virtus ha la partita in mano, vola pure a più quattordici punti (65-51 al 31’), ma non riesce ad “uccidere” il match, malgrado il quinto fallo ed il tecnico a Barbera (dopo un netto sfondo), visto che Italiano ed il giovane Spanò continuano a non mollare mai, riportando il Milazzo a meno 10 (67-57 al 34’). In campo ci sono i giovanissimi, ma Simone Licitra giostra da par suo e la Nova Virtus gestisce con tranquillità, incrementando ancora il vantaggio (il top sul 77-59 con un canestro da sotto di Barracca). Nel finale, non basta ai milazzesi la generosità del solito Italiano.

Il Minibasket Milazzo schierato ad inizio gara

Il Minibasket Milazzo schierato ad inizio gara

Nova Virtus Ragusa-Minibasket Milazzo 80-70
Parziali: 20-25; 45-37; 62-51; 80-70
Nova Virtus: Sorrentino Al. ne, Distefano 2, Iabichella 25, Girgenti 8, Barracca 2, Cataldi 3, Licitra 9, Boiardi 10, Ferlito 1, Canzonieri 20, Occhipinti. All. Di Gregorio.
Milazzo: Cassisi 17, Toto 9, Barbera 6, Coppolino ne, Italiano 26, Amato 3, Colosi, Spanò 7, Maimone, La Spada G. 1, La Spada A. All. Lucifero
Arbitri: Fichera e Barbagallo di Catania.

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva