Ssd UniMe in acqua in casa della Nuoto 2000 Napoli per prolungare la striscia

Ossidiana MessinaL'Ssd Unime in fase difensiva

Quattordicesima giornata per la Ssd UniMe, che sabato 21 maggio sarà di scena alla Scandone di Napoli per l’incontro contro la Nuoto 2000, con inizio in programma alle ore 13:00. Il match contro i napoletani è quello che, di fatto, chiude il calendario ufficiale della regular season, anche se da giocare ci sono ancora le prime quattro gare del girone, rinviate a causa Covid tra gennaio e febbraio e riprogrammate tra fine maggio e giugno. Match sicuramente complicato per il gruppo allenato da mister Misiti, che affronta una compagine che già all’andata a Messina punì gli universitari con il finale di 13-12.

Ssd Unime

Un time-out della Ssd Unime

Adesso Napoli si trova avanti ben nove lunghezze rispetto ai messinesi che, dal canto loro, sanno di dover affrontare una squadra temibile e ben attrezzata, ma arrivano al match con l’entusiasmo di aver ripreso a smuovere la classifica dopo diversi turni a secco. Il pareggio casalingo di due settimana fa contro la Waterpolo Catania ha interrotto il trend negativo della squadra cara alla presidente Silvia Bosurgi, che ha trovato ulteriore slancio in classifica grazie all’importante 9-6 realizzato nell’ultimo turno nel derby contro l’Ossidiana, che ha portato punti importanti sia per allontanare di tante lunghezze l’altra compagine messinese, sia per scavalcare in classifica anche l’Etna Waterpolo, ferma a 13 punti a causa della sconfitta per mano della big Waterpolo Palermo. I tre punti del derby, inoltre, permettono anche di allontanare di 6 lunghezze la terzultima piazza della graduatoria generale, attualmente occupata dalla Waterpolo Catania, sconfitta in casa proprio dai prossimi avversari di Giacoppo e compagni.

Ossidiana Messina

Una fase di gioco della gara d’andata tra Ossidiana e Ssd Unime

La Nuoto 2000 nel corso di queste prime 13 giornate si è dimostrata formazione solida e compatta, in grado di dare filo da torcere ad ogni avversario su tutti i campi, come dimostra il 10-10 con il quale ha fermato la vicecapolista Polisportiva Acese due turni addietro. Nell’ultima uscita, invece, i napoletani si sono affermati in casa della Waterpolo Catania, confermando, quindi, un ottimo stato di forma e una importante solidità.

Sarà una sfida dura, quindi, per la Ssd UniMe, che ancora una volta mette in palio punti importanti per la classifica e anche per il morale, comportando anche per i messinesi la possibilità di allungare la striscia positiva e, soprattutto, di sfruttare al meglio alcuni incroci da tenere sott’occhio nel girone, come il match tra Waterpolo Catania e Rari Nantes Napoli (rispettivamente terzultima e penultima della classe), mentre l’Etna Waterpolo sarà impegnata in casa contro la capolista Rari Nantes Auditore.

Autori

+ posts
The following two tabs change content below.