Lo “Squalo” nell’Inferno del Nord: testato il percorso del Tour

Vincenzo Nibali

Giovedi 17 aprile – per Vincenzo Nibali scatta l’operazione Tour de France. Terminato il ritiro in Spagna, il vincitore dell’ultimo Giro d’Italia ha provato la temuta quinta tappa della Grand Boucle, quella dove si dovranno affrontare molti tratti di pavè.

Nibali sull'acciottolato della Roubaix

Nibali sull’acciottolato della Roubaix

Sul proprio profilo Twitter, l’atleta siciliano ha postato due foto, commentandole in questo modo: “Uno squalo all’inferno del nord!!!”. Lui, nato nella calda Sicilia, terra di sole e di mare, per molti un paradiso terrestre, si trova adesso a doversi confrontare con l’inferno. Uno squalo sa nuotare in qualsiasi mare e quando la preda è in vista, non perde mai l’istinto omicida. Lo scorso Giro d’Italia ci ha consegnato un Nibali, capace di confrontarsi con qualsiasi avversario, su qualsiasi terreno e con qualsiasi condizione meteorologica.

Gli allenamenti procedono secondo programma. Il morale è quello giusto. Sarà un Tour de France entusiasmante per i colori italiani. Ma prima per Nibali c’è tempo e spazio per onorare un impegno dal fascino senza eguale: la Liegi Bastogne Liegi. La Doyenne è la classica monumento a cui Nibali tiene maggiormente. Nel 2012 andò vicinissimo alla vittoria, con un’azione spettacolare da lontano, vanificata solo all’ultimo chilometro, da una rimonta prodigiosa di Maksim Iglinskij. Il conto aperto con la Liegi fa chiuso al più presto.

The following two tabs change content below.
Giuseppe Girolamo

Giuseppe Girolamo

Giornalista sportivo, iscritto all'OdG della Sicilia. Appassionato di ciclismo!

Commenta su Facebook

commenti