Lo Sporting Taormina regola con un 2-0 il Pistunina

Vittoria con il più classico dei risultati (2-0) per lo Sporting Taormina Calcio di Promozione, che batte il Pistunina alla fine di una partita che per buona parte non è stata per nulla entusiasmante. Probabilmente la troppa tensione della vigilia ha giocato un brutto scherzo ai giocatori biancazzurri, che non sono stati brillanti come in altre occasioni. C’è da dire anche che il Pistunina sceso in campo è nettamente diverso da quello visto ad inizio stagione, nelle gare di Coppa Italia, quando la squadra di Nello Miano si arrese contro lo Sporting 6-1 in casa nel match d’andata e 6-0 al “Valerio Bacigalupo” nella gara di ritorno. Nel primo quarto d’ora non succede quasi nulla: le due squadre si studiano a vicenda e non creano alcun pericolo ai portieri avversari. La prima vera azione arriva al 18’: Minissale ha una bella opportunità per segnare, Gulisano devia tra gli applausi del pubblico presente. Al 25’ Varrica da 20 metri prova la conclusione di potenza: tiro fuori misura. La partita si anima negli ultimi 3’ della prima frazione di gioco. Al 42’ bel passaggio di Varrica per Rasà, ma quest’ultimo tira debolmente e il portiere Di Pietro blocca con grande facilità. Un minuto dopo Urso si invola sulla fascia e mette al centro, ma il suo cross viene intercettato dal numero uno ospite. Al 44’ arriva il gol tanto atteso: passaggio filtrante di Puglia per il bomber Cristian Varrica che con un tocco morbido appoggia in rete per il momentaneo 1-0. La rete del vantaggio siglata dal capitano “sblocca” la monotonia del primo tempo. Al 48’ bella giocata di Gabriele Pino che dribbla un difensore ma allunga troppo la sfera e il guardapali messinese para in tuffo. Al 58’ ripartenza di Sparacino e contropiede di 5 biancazzurri contro un solo difensore del Pistunina: il giocatore crossa in area ma Catania è poco fortunato. Per dieci minuti l’incontro si ravviva con occasioni sia per l’una che per l’altra squadra. Al 60’ Rasà viene atterrato in area: per l’arbitro non è rigore. Al 62’ Fugazzotto tira da 25 metri, il pallone fa la barba al palo. Al 63’ sempre Fugazzotto, lanciato a rete, ha una ghiotta occasione: il suo “missile”, però, viene deviato dal bravissimo Gulisano che respinge un tiro davvero insidioso. Al 64’ Sparacino mette a sedere tutta la difesa avversaria e passa a Varrica, ma il capitano, ben piazzato, manda alle stelle. Al 77’ c’è il gol del raddoppio che chiude definitivamente il match: cross di Puglia, pallone per Catania che sotto porta spinge in rete e realizza il 2-0. Negli ultimi 10 minuti il Pistunina molla la presa e attende solo il triplice fischio finale dell’arbitro.

L'organico del Pistunina

L’organico del Pistunina

Sporting Taormina-Pistunina 2-0
SPORTING TAORMINA: Gulisano, Pino, Urso, Puglia, Emanuele, Trovato, Mento (57’ Catania), Mannino, Rasà, Varrica (71’ Stracuzzi), Rapisarda (48’ Sparacino). All. Coppa. A disp.: Catalano, Amante, Mascali, Bevacqua.
PISTUNINA: Di Pietro, Espinosa, Campo, Bonura Daniele, Foresta, De Maria, Romeo (52’ Fugazzotto), De Salvo, Minissale, Ingemi, Savoca (67’ Costantino). All. Miano. A disp.: Foti, Munafò, D’Angelo, Bonura Ruben, Scivolone.
ARBITRO: Gullotta di Siracusa (assistenti Chillè e Calarese di Messina).
RETI: 44’ Varrica, 77’ Catania.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti