Sport e turismo al “3° Aeolian Triathlon”, vincono Grimaldi e Cassata  

Le premiazioni femminili

Gabriele Grimaldi (Magma Team) e Sofia Cassata (Now Team) hanno vinto il “3° Aeolian Triathlon-specialità Sprint”, organizzato dalla Polisportiva Odysseus nell’incantevole isola di Vulcano. Grimaldi ha concluso la prova dopo 1h08’42”, precedendo di appena 7” il compagno di squadra Antonio Limoli. Terzo è giunto al traguardo Massimiliano Sardo (Multisport Catania) in 1h11’13”. La Cassata ha sbaragliato, invece, la concorrenza con il tempo di 1h21’11”. Sono salite con lei sul podio Anna Spina della Triathlon Mazara (1h23’21”) e la peloritana Caterina Bonanno (MTB Sicily), che ha fatto fermare il cronometro ad 1h25’25”. Quinta Concetta Marsala (Odysseus) e sesta Silvia Raffaele (Stilelibero). Nutrita è stata la presenza dei messinesi, in particolare dell’Odysseus e dello Stilelibero, che si sono piazzati nelle seguenti posizioni della classifica generale: Ettore Tripodi (Stilelibero) 8° e secondo della categoria M2; Francesco Misiti (MTB Sicily) 10° e terzo nella M2; Santi Gentiluomo (Odysseus) 14° e primo nella M3; Giovanni Barbiglia (Odysseus) 20° e quarto nella M3; Roland Herberg (Stilelibeo) 23° e ottavo nella M1; Alessandro Princiotta (Stilelibero) 24° e quinto nella M3; Roberto Sisci (Odysseus) 26° e sesto nella M3; Gianluca Rinaldi (Odysseus) 27° e primo nella YB e Silvano Martella (Odysseus) 28° e settimo nella M3.

I partecipanti alla partenza

I partecipanti alla partenza

Da un punto di vista tecnico e paesaggistico, la frazione di nuoto si è svolta nella stupenda baia delle “sabbie nere” (750 metri). La gara è partita esattamente tra il “lido Baia Negra” e l’hotel “Les Sables Noirs”, strutture che hanno fornito il massimo supporto all’organizzazione. La meravigliosa cornice naturale ha reso ancora più suggestivo il passaggio dei partecipanti, che usciti dall’acqua si sono diretti nella zona cambio, dove, riposte cuffia e occhialini, sono montati sulle bici per percorrere il tracciato, realizzato in un circuito di 4,180 km da ripetere cinque volte per un totale di 20,900 km. Impeccabile il controllo del percorso effettuato dai volontari della Protezione Civile di Lipari. Terminato l’impegno in bici, si è passati alla corsa con i due giri da 2,5 km, che hanno proiettato gli atleti verso l’arrivo. La premiazione si è svolta nella panoramica piscina del “Vulcano Blu Residence”. Alla fine un gustosissimo pasta party, frutto dell’idea e, soprattutto, del  lavoro di Antonio Passeri, ha deliziato i palati con una deliziosa pasta al pesto di Bronte.

Le premiazioni maschili

Le premiazioni maschili

“Un grande ringraziamento va all’Amministrazione comunale di Lipari, rappresentata dal sindaco Marco Giorgianni e dall’assessore Ersilia Pajno – ha dichiarato, al termine dell’evento Antonello Aliberti, presidente della Polisportiva Odysseus – alla Provincia regionale di Messina, alla Stazione dei Carabinieri di Vulcano, alla Capitaneria di Porto di Lipari, alla Polizia Municipale, alla Protezione Civile di Lipari, coordinata dall’instancabile Angelo Messina ed al gruppo regionale dei Giudici F.I.Tri. Preziosa la collaborazione, inoltre, dell’azienda “SteccoGelato”, della Siremar, della NGI, del “Les Sables Noir”, del “Baia Negra” e del “Vulcano Blu Residence”. Siamo soddisfatti di come sono andate le cose a livello tecnico ma siamo, altresì, consapevoli che senza un maggior supporto sotto tutti i punti di vista, la manifestazione non potrà crescere come merita”.

Commenta su Facebook

commenti