Messina chiamato alle scelte: un cda deciderà su Cozzella e Bertotto

Valerio BertottoIl tecnico della Rappresentativa di Lega Pro Valerio Bertotto

Il Messina è chiamato a operare le prime scelte in vista della prossima stagione. Nel week-end in città si sono tenuti i colloqui tra la proprietà del club e i due candidati alle cariche di direttore sportivo e allenatore, Bertotto e Cozzella. La fumata, bianca o nera, verrà emessa al termine di un consiglio di amministrazione programmato nella giornata di lunedì.

Vittorio Cozzella

Il direttore sportivo della Ternana Vittorio Cozzella

Dall’ex direttore sportivo della Ternana, con cui è ancora sotto contratto fino al termine del mese, e soprattutto dal tecnico ex Pistoiese e Rappresentativa di Lega Pro sono arrivate precise richieste. L’ex bandiera dell’Udinese, memore della scarsa disponibilità di strutture già sofferta in Toscana, ha sollecitato qualche intervento volto al miglioramento delle condizioni logistiche del “Franco Scoglio”.

Stracuzzi e soci dovranno quindi adottare una decisione che tenga conto anche di questi ulteriori investimenti oltre che della necessità di assoldare un nuovo staff tecnico, composto dai fidati collaboratori di Bertotto, nonostante siano già vincolati per altri due anni all’ACR sia Lello Di Napoli che il preparatore atletico Maurizio Nanula, ai quali potrebbe essere proposta una risoluzione contrattuale. Nel pomeriggio di lunedì è in programma un cda, nel quale il presidente Natale Stracuzzi, i vice Pietro Gugliotta e Piero Oliveri e il socio Nino Micali scioglieranno le riserve.

Micali, Stracuzzi e Oliveri

Nino Micali, Natale Stracuzzi e Piero Oliveri, tre dei quattro soci dell’ACR Messina

Vittorio Cozzella, corteggiato anche da altre società, attende una risposta: “Ho visionato la struttura di San Filippo e discusso con tutti i soci e il dg quelli che dovrebbero essere gli obiettivi. Nella giornata di lunedì la proprietà dovrebbe darmi una risposta definitiva”.

Il dirigente campano non si sbilancia sulla posizione di Bertotto, che pure come lui è abituato a lavorare con i giovani e a valorizzarli: “È normale che la scelta dell’allenatore sia successiva ai passaggi propedeutici attuati in queste settimane del club, che sta stilando nei dettagli il programma, riorganizzando il suo organigramma e scegliendo quindi il ds. Subito dopo si potrà pensare all’allestimento della squadra”.

L’impressione è che la società, che martedì nella conferenza stampa di presentazione della campagna abbonamenti interromperà un lungo silenzio, si stia riservando anche un “piano B”, per non farsi trovare spiazzata dall’eventuale mancato accordo con Bertotto e Cozzella.

Commenta su Facebook

commenti