La Speme si accorda con la Jonica: esordirà in campionato a S.Gregorio

L'attaccante Gianluca La Speme

Luca La Speme è ufficialmente un nuovo giocatore della Jonica per la stagione 2014/15. Nel pomeriggio sono arrivati per lui il primo allenamento al “Comunale” di Santa Teresa di Riva e, subito dopo la doccia, il “nero su bianco” in calce al tesseramento con la formazione locale militante in Promozione. Il suo esordio avverrà nel prossimo week-end, in occasione del match esterno con il San Gregorio, valido per la seconda giornata di campionato. “Sono contentissimo di questa decisione di legarmi a una dirigenza seria – sono le prime parole del 34enne bomber –. Ringrazio sentitamente gli almeno sei compagni, tutti ex Garden Sport come me, che mi hanno fortemente voluto qui e sono stati determinanti ai fini della mia scelta. Da neopromossi il nostro obiettivo principale sarà mantenere la categoria. Mi aspetto un girone C di Promozione abbastanza equilibrato nella sua prima fase, per cui vedremo se strada facendo si potrà aspirare a qualcosa di più”.
La Speme proviene da una breve parentesi con il Città di Messina, nella cui file ha disputato appena una partita, quello del primo turno d’andata della Coppa Italia di Eccellenza persa a Milazzo per 3 reti a una. Poi però il giocatore ha maturato l’intenzione di cambiare maglia, non avendo trovato la definitiva intesa economica con il club del presidente Conti Nibali. Il “bomber” proviene da un triennio nelle file del Pistunina nelle cui file ha messo a segno qualcosa come 49 gol (nell’ordine 18+16+15). “Non c’è dubbio che quella del presidente Velardo era e resterà la squadra del mio cuore- sottolinea La Speme –. Anche nel calcio, però, ogni esperienza ha una fine, per cui mi appresto ad affrontare con entusiasmo questa nuova avventura”.

Marcantonio Prestipino (scatto di R.S.)

Marcantonio Prestipino (scatto di R.S.)

A Santa Teresa di Riva farà coppia d’attacco con Marcantonio (di nome e di fatto) Prestipino, un corazziere abituato a fare le fortune delle proprie compagini non tanto e non solo gonfiando le reti avversarie, quanto soprattutto aprendo spazi per i compagni a suon di “sportellate” con i difensori avversari. La Speme “vede” buone prospettive nel tandem con il nuovo compagno d’attacco: “Giocando al fianco di una punta centrale avrò finalmente la possibilità di muovermi su spazi più ampi, che sono essenziali per le mie caratteristiche di agilità. Al Pistunina invece ho agito per anni da unica punta, sobbarcandomi un enorme mole di lavoro e le conseguente particolari “attenzioni” dei difensori avversari”.

Commenta su Facebook

commenti