Spadafora ritrova la coesione e gioca a viso aperto con Siracusa. Nei playout sfida al Cocuzza

Spadafora-Siracusa

In attesa dei playout, la Piero Lepro Spadafora chiude la regular season uscendo battuta, ma a testa alta, dall’incontro casalingo con l’Aretusa Siracusa. Primo quarto equilibrato con i padroni di casa che tengono testa agli ospiti grazie ad un’ottima difesa e buona circolazione palla. Spadafora però si carica troppo di falli. Fine primo quarto sul 13-15.
La seconda frazione si apre con un canestro di Tolliver per gli ospiti ed una tripla di Stuppia, 16-17 a 8’00 dal riposo lungo. Ancora una tripla di Stuppia prima e la buona vena di Barbera e Mobilia portano Spadafora sul +6, 25-19. Il tecnico ospite Marletta, chiama timeout per scuotere i suoi. Al rientro parziale di 8-0 per Siracusa 25-27 a 2’41 dalla fine del quarto. Gli ultimi due minuti registrano errori sotto canestro da ambo i lati. Fine secondo quarto 27-29.

Il terzo quarto registra una nuova tripla di Stuppia che riporta sopra i suoi. Siracusa reagisce rubando per due volte, consecutivamente, palla ai padroni di casa e si porta nuovamente avanti. E’ ancora Stuppia a 6’45 dalla fine della frazione a realizzare una nuova tripla, +2 Spadafora 35-33. Un tecnico chiamato ad Agosta permette ai ragazzi di Maganza di allungare e, dopo un nuovo canestro di Sofia, +7 per gli Spartans. Tolliver, quattro punti consecutivi per lui, riporta sotto Siracusa. Il quarto si chiude con il punteggio di 44-41 .

Maganza Spadafora)

L’ultima frazione non registra realizzazioni nel primo minuto e mezzo, è Barbera poi a muovere il tabellino per i padroni di casa, a 8’00 dalla sirena 46-41. Ancora Tolliver protagonista, riporta i suoi in parità: 46-46 a 6′ dalla fine. Molta imprecisione al tiro nei minuti successivi mentre, tra i ragazzi di Coach Marletta, è Tolliver a dover lasciare il campo per cinque falli. Agosta, con un’azione personale, ed una tripla di Ditrapano spingono avanti l’Aretusa, ma Sofia risponde con un tiro dall’arco che riporta il punteggio in parità 53-53 a 1’36 dalla sirena. Ancora Agosta in evidenza per il +4 Aretusa. Vano tentativo per Spadafora di riagganciare la partita che si chiude con il punteggio finale di 53-58.

A fine gara le dichiarazioni di coach Maganza: “Nonostante la sconfitta, sono soddisfatto della prestazione dei miei e del ritrovato spirito di gruppo. Oggi giocavamo a cospetto di una squadra che occupava la terza posizione in classifica e che andrà a giocarsi i playoff. Sono convinto che giocando come quest’oggi potremo raggiungere la salvezza, mi auguro altresì che i playout si giochino nella massima regolarità e che si faccia chiarezza sullo scottante tema tesseramenti degli stranieri. Naturalmente ci siamo attivati in merito per avere al più presto risposte certe”.

Piero Lepro Spadafora-Aretusa Siracusa 53-58
Parziali: 13-15, 14-14, 17-12, 9-17
Spadafora: Scibilia, Barbera 6, Sofia 7, D’Angelo ne, Vento, Molino, Mobilia 2, Stuppia 28, Colosi 10, Amendolia. All. Maganza.
Siracusa: Ditrapano 18, Gallitto ne, Bonaiuto, Bellofiore 9, C. Carbone 2, Alescio 3, A. Carbone, Naso ne, Tolliver 9, Agosta 17. All. Marletta.
Arbitri: Paternicò e Panno

Commenta su Facebook

commenti