Sipario alzato sul 70° della Fondazione della Polisportiva Messina

E’ stato presentato mercoledì, nella sede provinciale del CONI, il 70° Anniversario della Fondazione della Polisportiva Messina “Ieri, oggi e domani”.

La campionessa Silvia Bosurgi

La campionessa Silvia Bosurgi

Nel corso della conferenza stampa, sono state illustrate le iniziative programmate nei prossimi giorni per celebrare degnamente la blasonata società messinese, nata nel lontano dicembre del 1946, che ha scritto, in sette lunghi decenni, numerose e luccicanti pagine della storia dello sport cittadino. Si comincerà sabato pomeriggio, nella piscina della Cittadella Sportiva Universitaria dell’Annunziata, con un torneo Under 13 di pallanuoto maschile, mentre mercoledì 14 sarà la volta, al campo “Cappuccini”, di una manifestazione giovanile di atletica leggera ideata assieme alla Polisportiva Europa. Lunedì 19 il momento clou si vivrà, invece, al Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca.

Hanno presenziato all’incontro con i giornalisti: l’Assessore allo Sport Sebastiano Pino, il Delegato del CONI Messina Aldo Violato, la campionessa olimpica con il “Setterosa” Silvia Bosurgi, testimonial dell’evento assieme all’altro fuoriclasse peloritano della pallanuoto Massimo Giacoppo, ed il presidente della Polisportiva Messina Giuseppe Carmignani.

DICHIARAZIONI

Violato: “Celebriamo la Polisportiva Messina per i suoi 70 anni, ripensando al prof. Vittorio Magazzù, padre della società ed ai dirigenti che lo hanno supportato e seguito. E’ l’unica Polisportiva in Sicilia che può vantare un simile traguardo. Come CONI faremo il possibile per sostenerla a livello organizzativo, consapevoli che con l’aiuto di tutti, Comune compreso, si può far bene”.

L' Assessore Pino con dietro Vittorio Magazzù

L’ Assessore Pino con dietro Vittorio Magazzù

Pino: “Ho numerosi bei ricordi, essendo legato affettivamente alla Polisportiva Messina dai tempi in cui ero un mezzofondista. Questo sodalizio è nato sulle macerie della seconda guerra mondiale per fungere da un punto di riferimento per la città e oggi conserva la stessa voglia di progettare. Messina deve, dunque, dire grazie alla Polisportiva”.

Bosurgi: “Nel momento in cui ho iniziato con la pallanuoto sono andata a Catania e, quindi, ho seguito da lontano il periodo di maggiore lustro della Polisportiva Messina, culminato con la promozione in A1 maschile. Una volta tornata, grazie al presidente Carmignani, ho vissuto un altro tipo di esperienza, dalla panchina. Seguo i giovani e cerco di trasmettere loro il mio bagaglio. Ho imparato tanto dai bambini, ai quali chiedo di divertirsi e di sapersi confrontare con l’avversario, giocando con rispetto e ricordando che in acqua serve il giusto agonismo”.

Carmignani: “E’ un traguardo importante aver compiuto i 70 anni e stiamo organizzando un evento per ricordare la nostra vita dedicata allo sport. Sono praticamente nato alla Polisportiva Messina nel 1946, prima da atleta e poi da presidente, potendo contare su sette mandati consecutivi. Grazie allo spirito che conserviamo l’abbiamo portata avanti. Voglio sottolineare che siamo una Polisportiva e occuparsi di tanti sport è l’aspetto più importante”. 

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti