S’interrompe la striscia utile della Benfapp. A Capo d’Orlando passa Latina (80-85)

BenfappTriche in palleggio - Benfapp-Latina

Dopo quattro vittorie consecutive arriva la terza sconfitta interna nel girone d’andata per la Benfapp Capo d’Orlando. Latina si impone al PalaSikeliArchivi per 80-85, nonostante la Benfapp abbia condotto la gara per quasi tre quarti di gioco.

I biancoazzurri infatti, avanti anche di otto al 25’ si fanno sorpassare da Latina a fine terzo quarto (59-61), arrivando fino al -14. La squadra di Sodini prova la rimonta, arrivando fino al -2 con una tripla di Triche a 10” alla fine, ma un 2/2 ai liberi di Fabi chiude la gara a favore di Latina. Non bastano i 23 e 9 rimbalzi di Jordan Parks, né la doppia-doppia di un coriaceo capitan Bruttini da 19 e 17 rimbalzi. 16 punti per Triche, mentre Mobio chiude con 9 punti e 3/3 da tre.

Benfapp

Doppia doppia per capitan Bruttini – 19 punti e 17 rimbalzi

La cronaca della gara: Solito quintetto proposto da coach Sodini con Triche, Bellan, Lucarelli, Parks e Bruttini, dall’altra parte per il coach Franco Gramenzi, ex di turno, risponde con Tavernelli, Carson, Fabi, Baldassarre e Allodi.

I primi due punti della gara arrivano dalle mani di Davide Bruttini, risponde Fabi, poi Parks realizza dalla media. Con la tripla di Tavernelli e i canestri di Fabi e Allodi Latina va sul +4 (5-9). Gara con tanti errori da ambo i lati e a metà del primo quarto l’appoggio in sottomano di Bruttini vale il 7-9. Carlson realizza da tre, portando Latina sul +5 (7-12), ma arriva decisa la risposta della Benfapp, con un parziale di 13-2 firmato da Bruttini, Parks e le triple di Mobio, Mei e Triche che valgono il +6 (20-14). Cucci prova a tenere attaccati i suoi, ma Parks chiude il primo quarto sul 22-16.

I primi punti del secondo quarto sono di Carlson, ma con quattro punti di fila Bruttini porta i suoi sul massimo vantaggio, +8 (26-18). Cassese da tre 26-21, fallo tecnico fischiato a Gramenzi per proteste, Parks realizza il tiro libero e Bruttini mette altri quattro punti di fila che valgono il nuovo +8 (31-23). Segna Lawrence e poi ancora Bruttini, che capitalizza 17 punti e 14 rimbalzi in 15 minuti di gioco. Arriva la riposta degli ospiti, con Allodi, Cassese, Lawrence e Fabi, fino al -1 (35-34). Tre buone iniziative di Parks riportano 6 lunghezze di distanza tra le due formazioni (42-36) e Fabi dalla lunetta chiude il quarto sul 42-37.
Con cinque punti di fila Lawrence riporta la gara in assoluta parità a quota 42 in avvio di terzo quarto. Triche mette la tripla e poi Parks corregge l’errore da tre del suo connazionale (47-42). Arriva come sempre puntuale la risposta dei laziali: con Cucci da sotto e le triple di Carlson e Baldassarre Latina torna in vantaggio sul 47-49. Non si fa attendere la risposta dei padroni di casa, con Triche riporta la gara in parità, Laganà che corregge in tap-in e la tripla Mobio dall’angolo per il nuovo +5 Benfapp (56-51). Con un break di 7-0 firmato da Baldassarre e Lawrence Latina chiude però avanti il terzo quarto sul 59-61.

Benfapp

Parks attacca la difesa di Latina

Straripante Latina in avvio di ultimo quarto, con Cucci, Baldassarre, Carlson e Fabi gli ospiti volano sul +14 (62-76). La Benfapp prova a reagire, Bellan mette la tripla, Bruttini recupera palla e serve Triche che realizza in transizione. Carlson è però ancora preciso dall’arco e Bruttini mette due punti per il -10 (69-79). Il fallo fischiato sul tiro da tre manda Triche in lunetta, ma l’esterno di New York sbaglia tutti e tre i tiri liberi. I biancoazzurri non si perdono d’animo e provano comunque a rientrare in partita con Parks, la tripla di Triche e il 2/2 di Parks in lunetta per il -3 (76-79). Ad un minuto e mezzo dalla fine i giochi sono riaperti, ma Fabi si trova lo spazio per una tripla piedi a terra e riporta Latina sul +6 (76-82). Incitati dal pubblico di casa i paladini ci credono ancora, Parks fa 1/2 in lunetta e Triche piazza una bomba, a 11 secondi dalla fine la Benfapp è di nuovo attaccata, 80-82. Ci pensa però Fabi a chiudere i giochi, mettendo cinque punti tra i suoi e la Benfapp e chiudendo la gara sul 80-85.

Dichiarazioni post-partita:
Marco Sodini: «E’ ovvio che non sono contento, al di là della sconfitta. Latina è un’ottima squadra, ma la nostra prestazione in campo, di tutti i giocatori (salvo solo Bruttini), è uno stop nella nostra crescita. 
Complessivamente siamo stati pochissimo bravi a muovere la palla, nel primo tempo ci eravamo accorti che ruotando la palla Latina era in difficoltà, ma poi non siamo riusciti più a farlo. Abbiamo preso tecnico per un giocatore che protesta con gli arbitri ed è una cosa che mi fa arrabbiare tantissimo. Il pubblico lo può fare, ma i giocatori in campo no. Le nostre scelte oggi sono state improntate sulla superficialità. Joseph Mobio oltre Davide Bruttini è stato l’unico a fare bene le cose che doveva fare. Se una squadra vuole avere una crescita in casa nostra questa partita doveva essere presa e attaccata in maniera diversa, con la consapevolezza che nelle ultime 4 partite quello che era stato fatto lo avevamo fatto insieme, da squadra. Oggi invece sono emerse delle individualità. Nel processo di crescita ci può stare che i giocatori abbiano alti e bassi, ma oggi non è accettabile. Mi sforzo di trovare una causa e non una scusa per i miei giocatori, che forse era dovuta alla tensione emotiva dovuta al fatto che quello di stasera fosse uno scontro diretto. Ci sono delle cose che a livello professionistico non sono ammesse. E noi le vogliamo correggere, e lavoreremo per farlo. Stasera ho anche avuto difficoltà a fare i cambi, perché mettevo in campo qualcuno e subito sbagliava qualcosa».

Latina al contempo vola al terzo posto solitario in classifica, il suo condottiero Franco Gramenzi (artefice con  l’Orlandina della promozione in Legadue nella stagione 200/2001) ha analizzato la gara: “A Capo d’Orlando mi sento sempre a casa, rivivo ogni volta momenti unici, qui c’è un’aria particolare e non credo che in un posto simile ci si possa trovare male. Siamo riusciti a vincere su un campo molto difficile, avevamo preparato la gara cercando di togliere i punti di riferimento all’Orlandina con le eccezioni di Bruttini e Bellan mentre abbiamo riempito bene l’area. Il primo è strato molto bravo nel primo tempo riuscendo a conquistarsi ottimi rimbalzi offensivi (11 nei primi due quarti, ndc) poi abbiamo cercato nella ripresa di stringere le maglie. E’ un successo importante ma in un campionato così equilibrato non possiamo distrarci un attimo. Dopo l’innesto di Cucci puntiamo a centrare i playoff che ci sono sfuggiti di poco già due volte negli ultimi tre anni, sarebbe un bel regalo alla nostra proprietà”.

Serie A2

Tre triple per il rientrane Mobio

Benfapp Capo d’Orlando – Benacquista Assicurazioni Latina 80-85
Parziali: 22-16; 42-37; 59-61
Benfapp Capo d’Orlando: Ravì ne, Bruttini 19, Laganà 4, Parks 23, Mobio 9, Murabito, Mei 3, Triche 16, Bellan 6, Galipò ne, Neri, Lucarelli. All: Marco Sodini.
Benacquista Assicurazioni Latina: Lawrence 15, Carlson 12, Tavernelli 3, Cassese 10, Fabi 17, Baldassarre 14, Allodi 6, Cucci 8, Jovovic ne, Cavallo ne, Di Bonaventura. All: Franco Gramenzi.

Commenta su Facebook

commenti