Si giocherà a porte aperte. Riseminato il campo, l’Acr si allenerà in provincia

Tribuna AUna bella cornice di pubblico al "Franco Scoglio" (foto Familiari)

L’Amministrazione Comunale e l’Acr Messina ritenevano una formalità il sopralluogo della Commissione di Vigilanza ma per strappare il sì dell’organo competente è stato comunque necessario un articolato sopralluogo, iniziato verso le ore 10. Dopo quattro ore è stato completato il relativo verbale, notificato ai club soltanto alle 19, che garantisce la riapertura dello stadio ma mantiene qualche prescrizione minore nei confronti del club.

Palermo

La tifoseria del Palermo nel settore ospiti del “Franco Scoglio”, che al momento resta chiuso

Il Football Club aveva lanciato l’allarme, perché una prevendita che viaggiava a gonfie vele era stata momentaneamente bloccata dalla Questura. I biglietti residui saranno nuovamente disponibili nelle prossime ore. Al momento resta però inutilizzabile il settore ospiti, che in mancanza di ulteriori interventi non potrà essere aperto neanche nelle prossime settimane.

Dopo i rilievi avanzati dal personale di pubblica sicurezza, presente domenica scorsa allo stadio, nelle ultime ore sono stati effettuati svariati interventi. La Curva Sud e alcuni locali interni sono stati finalmente bonificati, dal momento che erano sommersi dalla vegetazione incolta.

Santa Teresa di Riva

Il nuovo terreno di Santa Teresa di Riva è stato inaugurato lunedì scorso

Un capitolo a parte riguarda invece i terreni di gioco. Il film della settimana potrebbe essere intitolato “Fuga dai campi”. L’Acr si è trasferito giovedì ad Antillo, distante settanta minuti di auto, mentre è saltata in extremis la seduta in programma venerdì a Santa Teresa di Riva. Il Fc si è spostato al “Despar Stadium” di Bisconte. In estate il presidente Sciotto aveva annunciato un accordo pluriennale con il XXIV^ Artiglieria, struttura militare che però necessita di ingenti interventi di adeguamento ed è stata peraltro chiusa per Covid.

Discorso simile con i campi universitari dell’Annunziata del Cus Unime, sbarrati dall’Ateneo di fronte al dilagare dei contagi (47 soltanto giovedì in provincia). Domenica scorsa le condizioni del “Franco Scoglio” sono apparse precarie e quindi tra martedì a giovedì è stata effettuata una risemina, che comunque non pregiudicherà la disputa del match di domenica. Già nel corso della prossima settimana l’effetto ottico dovrebbe essere evidente.

Franco Scoglio

La vegetazione incolta ha sommerso la vecchia biglietteria dello stadio (foto Matteo Arrigo)

Anche il manto erboso del “Giovanni Celeste” dopo due mesi di allenamenti è sofferente e da quest’anno è lo stesso vivaio di Franco Calatozzo ad occuparsi della manutenzione di entrambi i fondi di gara. Nella struttura di via Oreto verranno effettuati interventi simili già nei prossimi giorni. Se il Fc continuerà a lavorare a Bisconte, potrebbe non essere necessaria una risemina completa, se tornerà a Gazzi i lavori saranno più corposi.

L’Acr dovrebbe invece lasciare ancora la città e alternarsi fra altre tre strutture della provincia, Giammoro, Pace del Mela e Gualtieri Sicaminò, visionate giovedì dalla dirigenza, mentre sarebbe disponibile soltanto dopo una risemina la struttura di Monforte. L’auspicio è che sia una “Fuga per la vittoria”.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva