Serie D – Tutto facile per l’Orlandina contro un baby Ragusa

Un undici dell'Orlandina Calcio

Secondo successo consecutivo per l’Orlandina che dopo aver piegato la Vibonese al “Micale” sette giorni addietro, si ripete anche al “Campo” con un poker di reti su un Ragusa con pochi senior e tanti ragazzini che erano scesi in campo per l’onore della maglia e poco altro.

Gli iblei dopo aver disertato il precedente impegno ed aver visto gran parte dei suoi atleti lasciare il club che da mesi vive un momento di costante incertezze tra promesse, disimpegni, fughe e mille difficoltà quotidiane.

Esultanza di Angelo D'Angelo

Esultanza di Angelo D’Angelo

Per l’Orlandina tre punti e nuova iniezione di fiducia per il gruppo anche alla luce degli esordi di tre nuovi acquisti che “bagnano” al meglio anche il debutto ufficiale del neo direttore generale Luigi Agnolin.

Tuttavia senza nulla togliere ai meriti dei paladini di mister Beppe Raffaele, l’undici presentato dal Ragusa e guidato in panchina da mister Utro era come prevedibile uno “sparring partner” destinato a soccombere dopo qualche timida resistenza e l’incitamento della tifoseria.

Un undici dell'Orlandina Calcio

Un undici dell’Orlandina Calcio

Non bisogna attendere molto per comprendere che il copione della gara sia a senso unico, e l’appuntamento con la rete dei nebroidei sia ineludibile tra un susseguirsi di occasioni tra interventi provvidenziali di Ferla ed errori di misura.

A sbloccare la sfida è al 27′  il debuttante difensore Angelo D’Angelo che svetta incontrastato in area su un corner calciato da Privitera. Dieci minuti dopo arriva il “bis” con Crinò che imbecca il gemello Frisenda per la deviazione vincente. Gara già pronta per gli archivi, e prima di rientrare negli spogliatoi “tris” con Marasco che restituisce a Crinò il favore. L’ex Igea Virtus nella ripresa, a venti minuti dal triplice fischio, sigla il poker e la sua personale doppietta.

L’Orlandina sala a quota 22 punti, per il Ragusa già esser stato in campo è stato un successo che alimenta le speranze di un futuro da ricostruire con dignità e speranze con otto juniores e tanto encomiabile attaccamento alla maglia.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti