Serie A2 Maschile – Messina nega la smobilitazione, ma vanno via altri tre giocatori

Salvo Messina con la moglie e dirigente Enza Rifici dopo la vittoria della Coppa Italia di B1 Maschile nel 2012.

Settimana di riposo per la Serie A2 Maschile. Riposo non per tutti visto che nel fine settimana si giocherà al PalaIper di Monza la “Final Four” di Coppa Italia con in campo oltre agli ospitanti brianzoli anche Padova, Sora e Matera.

Visentin e Sesto in azione

Visentin e Sesto in azione

Il campionato riprenderà la prossima settimana con la terza giornata di ritorno che vedrà l’Elettrosud Volley Brolo di scena sul campo della capolista Tonazzo Padova. Una sfida che si preannuncia consimile alla precedente con Sora che è stata anche trasmessa in diretta dai RaiSport e che ha visto i bianco-blu del duo Pelillo-Cortese alzare presto bandiera bianca confermando i limiti tecnici e caratteriali di un sestetto che ha collezionato appena due punti, uscendo sempre sconfitto.

Dopo gli addii di Bertoli (accasatosi prontamente a Milano) e Di Franco, il caso Riolo, la società brolese ha annunciato di aver interrotto i rapporti con altri tre elementi dell’organico. Hanno salutato il gruppo l’opposto Gianluca Nuzzo che ricopriva anche il ruolo di direttore sportivo, il deludente schiacciatore brasiliano Rudinei Boff ed il libero Marco Rizzo, che già da qualche giorno si è aggregato al Sora.

Un’epurazione per certi versi necessaria, forse anche tardiva, vuoi per i deludenti risultati del campo, vuoi per agire un opportuno ridimensionamento del budget a fronte anche della salvezza acquisita anticipatamente per il prematuro ritiro della Sidigas Atripalda.

Gromadowski e Visentin

Gromadowski e Visentin

In un simile contesto, tra errori in serie, e non poche polemiche anche per l’inevitabile sconfinamento dallo sport alle vicissitudini politiche e personali del presidente Salvo Messina, ex sindaco della piccola Brolo, famosa per il Castello dei Lancia, per un celebre scoglio che ne caratterizza il litorale marittimo ed appunto per la sua squadra di volley. Amata, ma anche trascurata quanto disorganizzata nella sua ordinaria gestione di una stagione a dir poco “sciagurata”.

Attraverso un comunicato stampa è voluto intervenire lo stesso massimo dirigente brolese rompendo un lungo silenzio che ha smentito l’aria di smobilitazione, promesso almeno un acquisto per il posto quattro dello schieramento e la volontà di proseguire con un gruppo in cui si punterà alla valorizzazione dei giovani.

Scelte plausibili e condivisibili nell’intenzioni espresse nelle parole, ma non certo meno elusive dal riscontro ormai consolidato sui risultati del campo e delle responsabilità palesi in un clima di incertezza diffusa che aleggia da tempo intorno a Visentin e compagni.

Questo il testo integrale del comunicato diffuso dall’Elettrosud Volley Brolo:

Logo Volley Brolo Sicilia

Logo Volley Brolo Sicilia

“Nessuna smobilitazione!” Sono queste le prime parole del Presidente Messina per rassicurare tifosi, sponsor ed appassionati di volley relativamente alla stagione decisamente “no” dell’Elettrosud.
“ Preliminarmente intendo tranquillizzare tutti i nostri tifosi e gli sponsor che in questi anni ci hanno seguito con passione e sacrificio – continua Messina – Non è in atto nessuna smobilitazione. Stiamo pagando lo scotto di un anno andato veramente male per tanti motivi, ma che speriamo rappresenti il trampolino per un rilancio già dalla prossima stagione. Chiedo scusa a sponsor, tifosi ed appassionati di volley, assumendomi, come è mia abitudine e mio costume, tutte le responsabilità, anche per colpe non mie per l’annata storta, a cominciare da una campagna acquisti sbagliata che ci ha portato ad essere ultimi in classifica con soli due punti. In questi giorni abbiamo fatto delle scelte drastiche risolvendo molti dei contratti firmati ad inizio stagione con gli atleti. Alcuni perché abbiamo ritenuto che non meritassero di vestire la maglia dei “leoni” brolesi, altri in maniera consensuale, anche per dare loro la possibilità di scegliere tempestivamente un altro sodalizio dove poter coltivare le proprie ambizioni. 

Salvo Messina con la moglie e dirigente Enza Rifici dopo la vittoria della Coppa Italia di B1 Maschile nel 2012.

Salvo Messina con la moglie e dirigente Enza Rifici dopo la vittoria della Coppa Italia di B1 Maschile nel 2012.

Sono stati, pertanto, risolti i contratti con gli atleti Di Franco, Bertoli, Boff, Rizzo e Nuzzo, quest’ultimo anche per le funzioni di direttore sportivo. Continuiamo il campionato con i giovani del nostro vivaio affiancati da Visentin, Gromadowski e Sesto che faranno loro da chioccia per il finale di campionato, in attesa dell’arrivo di un forte straniero per il posto 4. Mi si potrà obbiettare che si tratta di una scelta molto discutibile ma, considerata l’assenza di retrocessioni per l’anno in corso, preferiamo scommettere e capire quale di questi nostri giovani potrà essere protagonista nei prossimi anni e nello stesso tempo risparmiare risorse, in un’annata purtroppo ormai segnata, per ottenere il rilancio sin dalla prossima stagione agonistica. Chiedo, infine, a tutti i nostri tifosi di starci sempre vicino, come finora lo sono sempre stati a prescindere dalla buona o dalla cattiva sorte”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti