Sconfitta onorevole per il Città di Messina, che giocherà il play-out in casa

Con ben sette juniores in campo e nonostante le tante assenze, il Città di Messina tiene testa al Savoia, costringendo la capolista sullo 0-0 fino al 37′ della ripresa e ben figurando per tutta la durata dell’incontro. Poco prima del gol-vittoria dei campani, firmato da Del Sorbo, gli ospiti avevano colpito una traversa con Vella. La squadra di Laganà chiude la stagione regolare a pari punti con il Due Torri ma disputerà in casa lo spareggio salvezza in virtù del vantaggio negli scontri diretti.

Un ottimo Città di Messina sfiora un clamoroso risultato positivo sul campo della corazzata Savoia, formazione già da tempo promossa in Lega Pro e sempre vittoriosa nelle gare di campionato disputate nel proprio impianto. La formazione guidata da Gianfranco Laganà, pur imbottita di juniores (ben sette quelli schierati dal primo minuto) e priva di elementi importanti (out Camarda, Cammaroto, Cappello, Trovato e Mannino), gioca con grande ardore, contiene al meglio le iniziative degli avversari (bravo Fazzino in diverse circostanze) e riesce a creare anche qualche pericolo al portiere Maiellaro, bravissimo a deviare sulla traversa una violenta conclusione di Vella appena un minuto prima del gol del Savoia.

Il difensore del Città di Messina Emanuele Frassica in azione

Il difensore del Città di Messina Emanuele Frassica in azione (foto Giovanni Isolino)

Conclusa la stagione regolare, attenzione concentrata ora sullo spareggio play-out che il Città di Messina giocherà in casa contro il Due Torri domenica 18 maggio. Entrambe le formazioni messinesi chiudono a quota 34 punti ma il confronto si giocherà al “Celeste” dal momento che la squadra di Laganà è in vantaggio negli scontri diretti.

La Cronaca – Laganà deve rinunciare a diversi elementi importanti: out Camarda, Cammaroto, Cappello, Trovato e Mannino. Contro la corazzata Savoia Città di Messina in campo con il 4-3-3: Fazzino in porta, Brancato, Dombrovoschi, Frassica e Fragapane in difesa, Seck, Santamaria e Munafò a centrocampo, Vella, Manfrè e Portovenero in attacco.

Sono gli ospiti ad affacciarsi per primi nell’area avversaria: lancio di Santamaria per Seck, anticipato (forse con un braccio) da un difensore campano al momento della battuta a rete. Il Savoia replica al 10′ con un colpo di testa di Stendardo sugli sviluppi di un corner respinto da Portovenero nei pressi della linea di porta. La formazione di casa cresce con il passare dei minuti e diventa arrembante in questa fase del match. All’11′ cross da destra dell’ex Tiscione che trova Carotenuto in area, diagonale al volo fuori di poco. Al 14′ Tiscione fa tutto da solo: riceve sulla destra, si accentra, entra in area e calcia a giro di sinistro senza però trovare la porta. Al 15′ tiro dal limite di Carotenuto deviato sotto porta in rete da Scarpa, ma il gioco era già fermo per fuorigioco del capitano del Savoia. Trascorre un altro minuto ed è il terzino Panariello a provarci sfiorando la traversa con un destro da fuori. Il Città di Messina, con il passare dei minuti, riesce a riorganizzarsi e a limitare i pericoli e al 25′ prova anche a pungere: buona iniziativa di Vella sulla sinistra e cross al centro, dove Portovenero e Manfrè si ostacolano a vicenda facendo sfumare una buona occasione. Al 28′ si fa male Santamaria, ferito alla testa dopo uno scontro con Carotenuto: il centrocampista viene prontamente medicato e dopo qualche minuto rientra in campo. Il Savoia torna a rendersi pericoloso sul finire della prima frazione: al 40′ Del Sorbo controlla bene e calcia in girata mandando però la sfera oltre la traversa. Al 44′ lo stesso Del Sorbo ci prova di testa ma trova la pronta opposizione di Dombrovoschi. Pochi istanti dopo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, è Tiscione ad andare vicino al gol sfiorando il palo con un insidioso colpo di testa. Al 45′ punizione dal limite di Santamaria, palla sulla barriera e conclusione al volo di Portovenero, che però finisce sul fondo. Prima del riposo bella uscita bassa di Fazzino sull’incursione di Del Sorbo. All’intervallo punteggio ancora sullo 0-0.

Il Savoia inizia bene la ripresa e costruisce due occasioni nei primi 4 minuti. Al 2′ sponda di testa di Tiscione e destro al volo di Carotenuto di poco a lato. Al 4′ tentativo di Scarpa dai 20 metri e palla oltre la traversa. Al 12′ Scarpa trova Tiscione, che ci prova da posizione defilata con un destro al volo che non inquadra il bersaglio. Nuovo affondo dei padroni di casa al 20′: cross da sinistra di Panariello e colpo di testa debole del neo entrato Meloni neutralizzato senza affanni da Fazzino. Ben più impegnativo l’intervento che il portiere del Città di Messina compie al 25′ quando dice di no al destro a giro di Tiscione e al successivo tentativo ravvicinato di Scarpa. Al 25′ Laganà manda in campo Calogero per Portovenero e il neo entrato attaccante classe ’95 va subito al tiro dal limite trovando la pronta risposta del portiere Maiellaro. In questa fase dell’incontro Gli ospiti sembrano prendere coraggio e ci riprovano per due volte nel giro di un minuto: al 31′ Vella entra in area da destra e viene chiuso al momento del tiro da buona posizione, poco dopo il destro da fuori di Santamaria è neutralizzato da Maiellaro. Al 33′ splendida parata di Fazzino, che si oppone alla punizione di Scarpa distendendosi sulla propria destra e deviando la sfera. Al 34′ Manfrè, innescato da Vella, calcia verso la porta ma Maiellaro è ancora attento. Il portiere del Savoia compie poi una grande parata al 36′, quando devia sulla traversa un gran sinistro da fuori di Maurizio Vella negando al Città di Messina vantaggio. Scampato il pericolo, il Savoia trova il gol-vittoria al 37′: rapida ripartenza di Tiscione sulla destra e cross in area, la sfera giunge sul secondo palo dove Del Sorbo, ben appostato, non ha difficoltà a fare centro. Il gol subito nel finale scoraggia gli ospiti, che faticano a reagire. I padroni di casa, invece, prima del fischio finale ci riprovano, seppur senza esito, con Esposito (tiro a fil di palo al 41′) e Meloni (colpo di testa a lato al 46′). 1-0 il risultato finale.

Il Città di Messina conclude la stagione regolare a quota 34 punti, a pari merito con il Due Torri, e nei play-out sfiderà proprio la formazione di Gliaca di Piraino. Il confronto metterà in palio la salvezza e si giocherà al “Celeste” in virtù del vantaggio del Città di Messina negli scontri diretti; in caso di parità dopo i supplementari sarà la squadra di casa a conquistare la permanenza in Serie D.

Il Tabellino – Savoia – Città di Messina 1-0

Marcatore: 37′ st Del Sorbo.

Savoia: Maiellaro, Petricciuolo, Panariello, Ruscio (25′ st Di Pietro), Stendardo, Terracciano, Tiscione, Gargiulo, Del Sorbo (39′ st Esposito), Scarpa, Carotenuto (9′ st Meloni). In panchina: Mosca, Manzo, Criscuolo, De Liguori, Mocerino, Longo. Allenatore: Vincenzo Feola.

Città di Messina: Fazzino, Brancato, Fragapane, Seck, Dombrovoschi, Frassica, Portovenero (28′ st Calogero), Munafò, Manfrè, Santamaria, Vella. In panchina: Cammaroto, Busà, Cucè, Costa, Bonamonte, Parachì, Calogero, Guerrera, Tiano. Allenatore: Gianfranco Laganà.

Arbitro: Nicola Scarpini della sezione di Arezzo.
Assistenti
: Alessandro Pacifico della sezione di Taranto e Francesco Colangelo della sezione di Potenza.

Ammoniti: 35′ pt Gargiulo (S), 36′ pt Ruscio (S), 33′ st Fragapane (CdM).

Espulsi: nessuno.

Recupero: 1′ pt, 4′ st.

Commenta su Facebook

commenti