Sconfitta interna per la Waterpolo Messina contro Firenze per 15-8

Waterpolo MessinaCoach Radicchi in vasca con le compagne

Pesante sconfitta casalinga 15-8 per la Waterpolo Messina nello scontro salvezza con Firenze. La squadra giallorossa, a cui non è bastato neppure l’apporto in acqua di Federica Radicchi, tornata ad indossare la calottina dopo tre gare vissute a bordo vasca, rimane desolatamente all’ultimo posto.

Waterpolo Messina

Uno dei rigori di Scali

Una battuta d’arresto, inaspettata, almeno per modalità e punteggio. Gara in sostanziale equilibrio per due tempi e mezzo, e quando tutto lascia presagire che le padrone di casa possano, sul 6-5 a loro favore, possano gestire meglio il match, escono fuori, alla grande, le toscane che infilano un parziale di 8-0. Una mazzata che tramortisce, senza appello, le giovani peloritane, molte delle quali, ancora non del tutto pronte ad affrontare un torneo come la A/2. Siamo soltanto alle battute iniziali ma la stagione rischia di prendere una brutta piega se non ci sarà un’immediata inversione di tendenza. La Waterpolo Messina domenica prossima giocherà in trasferta a Catania contro la Brizz, un altro delicato scontro diretto.

Waterpolo Messina – Firenze 8-15 (4-3; 0-2; 2-6; 2-4)
Wp Messina: Laganà, Oliveri, Atigue 1,Radicchi 1,Misiti Marta 3, Zangla 2,Gallo, Tamagnone 1, Misiti Francesca, Majolino, Di Bartolo, Rella, Celona. All Radicchi (sul piano vasca Valentina Sabatini).
Firenze Pallanuoto: Pellegrino, Capaccioli 2,Curandai 1,Ferrini 1, Merli 1, Calonaci 2, Baldi C., Azzini, Baldi Giulia 5, Baldini, Scali 3 (2 rig). All. Colajocco
Arbitri: Acierno di Sr. Sup.num. Wp Me 4/8, Fi 1/4 + 2 rig.
The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti