Sant’Agata a caccia dell’impresa ad Afragola. Calafiore: “Vogliamo superare il turno”

Claudio Calafiore del Città di Sant'Agata

Serve l’impresa al Città di Sant’Agata chiamato a ribaltare la sconfitta casalinga per 0-1 contro l’Afragolese maturata per effetto del gol di Del Sorbo. Si gioca domenica, alle 16.30, per il ritorno della semifinale playoff di Eccellenza, valida per la fase nazionale. Al “L. Moccia” arbitrerà Marco Peletti di Crema. In terra campana, mancherà lo juniores Segreto, vittima di problemi muscolari, mentre sembra sulla via del recupero Vito Lupo. L’unica variazione dovrebbe riguardare l’impiego di Giorgio Cicirello che ha scontato la giornata di squalifica. La squadra di mister Bellinvia è partita sabato mattina alla volta di Afragola, pranzando a Falerna e proseguendo poi per Pomigliano d’Arco, sede prescelta del ritiro pre-gara.

Una fase di Sant’Agata-Camaro

Questa l’analisi della vigilia da parte del centrocampista biancazzurro Claudio Calafiore: “Ci aspetta una sfida difficilissima. Sappiamo di dover andare ad Afragola a tentare in tutti i modi di fare la partita, dovendo cercare di fare gol, senza fretta e nervosismo. Vogliamo superare in tutti i modi questo turno e ciò significherebbe sbancare Afragola”.

“In questi playoff – prosegue Calafiore nella sua disamina – ci è mancato qualcosa in avanti, ma sono sicuro che domenica i nostri attaccanti ci faranno vivere una bella giornata. Arriviamo a questo match carichi e consapevoli dei nostri mezzi, sappiamo che c’è una città che ci segue e vogliamo tornare in Sicilia con questa gioia. Per riuscirci dovremo ripetere la prestazione difensiva dell’andata, non concedendo loro grossi spazi, ma dovremo dare qualcosa in più in avanti per segnare. Il ritorno di Cicirello? Ci è mancato sicuramente all’andata, è un grande attaccante, ci dà tanto sia fisicamente che tecnicamente”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti