Il Santa Teresa Volley rimonta e vince al tie-break dopo il diluvio

L'esultanza del Santa Teresa Volley sotto la curva

Vittoria in rimonta per il Mam Villa Zuccaro che supera a tie-break il Giò Volley Aprilia.  Una vittoria giunta al culmine di una serata infinita in cui non sono mancati i colpi di scena in campo e fuori. Ad animare la serata giove pluvio con un acquazzone dalle dimensioni colossali che fortunatamente è durato solo una mezz’oretta ed è iniziato quando mancavano 25 minuti allo start. Una quantità abnorme di pioggia che dapprima metteva in tilt l’impianto di illuminazione del vetusto Palabucalo e poi generava un allagamento con acqua che giungeva da ogni dove e fermava la propria corsa per sul terreno di gioco. Tutto faceva presagire ad uno spostamento di sede, ma un gruppo di volontari con in testa gli Eagles ed alcuni dirigenti armati di scope e secchielli rimettevano a nuovo il vecchio palazzetto santateresino facendo sì che si iniziasse a giocare con circa un’ora di ritardo. Era il preludio ad un match dalle mille emozioni conclusosi nel migliore dei modi ed iniziato malissimo per Rania e compagne. Una squadra dai due volti quella allenata da Antonio Jimenez. Primi due set ed inizio del terzo pessimo rendimento, squadra sfilacciata, parsa a tratti non libera mentalmente e priva di certezze. Le siciliane andavano in difficoltà alle prime contrarietà e stentavano a ritrovare se stesse. Nella seconda parte di gara il Mam Villa Zuccaro appare determinato, grintoso e voglioso di mettere in mostra  tutto il proprio potenziale tecnico-tattico, mostrando in centri frangenti uno strapotere assoluto dando l’impressione di poter chiudere a proprio favore tutti gli scambi di gara.

Santa Teresa Volley

I tifosi asciugano il terreno di gioco del PalaBucalo

Pronti via e Jimenez gettava nella mischia dal primo minuto l’ultima arrivata, Ambra Composto che faceva coppia dal centro con Silvia Bilardi. In posto 4 Rania e Panucci. Opposto Bertiglia, palleggiatrice Agostinetto con Pietrangeli libero. Si inizia punto a punto e ci si ferma sul 6-8.  Sull’11-14 il tecnico locale ricorre al primo discrezionale ma le ospiti allungano sempre di più  (11-16). Sul 14-21 Carlotta Romani prende il posto di Benny Bertiglia che rientrava sul 18-23. 19-25 è il punteggio che sancisce lo 0-1. Nella seconda frazione di gioco parte bene Santa Teresa che stoppa sull’8-5 ed allunga sino all’11-5. Poi amnesia, perdita di fiducia e recupero delle laziali che raggiungono la parità sul 12-12 ed allungano sul 15-16. Jimenez opera un cambio in regia, Carlotta Caruso prende il posto di Giulia Agostinetto per rimanere in campo sino al fischio finale. Le giocatrici di Aprilia si tengono sempre avanti e chiudono sul 22-25 che vale lo 0-2 tra lo sconforto dei presenti.

Serie B1 Femminile

Matilde Mercieca (Santa Teresa Volley)

La terza frazione di gioco dopo un inizio punto a punto vede Aprilia avanti sul 5-8 ed un trend che sembra portare ad un clamoroso 0-3. Emerge però tutta la rabbia delle leonesse che sospinte da un pubblico sempre caloroso inizia una clamorosa remuntanda. La scintilla coincide con l’ingresso in campo di Matilde Mercieca che prende il posto di Silvia Bilardi infortunatasi ad una caviglia (per fortuna nulla di grave sembrerebbe). La giocatrice messinese si fa largo a suon di muri (4 totali a fine gara), attacchi ed ace. Le joniche si portano avanti sul 17-16 e chiudono in forte crescendo sul 25-18 non concedendo quasi nulla alle avversarie. Sul 19-16 Federici sostituisce la Kranner per la Borrelli. L’inizio del quarto non è dei migliori. Sul 2-6 Jimenez ricorre al time out. Ci si ferma sul 3-8. Ma un lunghissimo turno in battuta di Benny Bertiglia – sempre molto insidiosa al servizio – mette le ali alle santateresine che allungano sino al 14-9. Sul 15-10 cambio in regia per le romane con la Muzi che prende il posto della Gatto mentre va out la Gioia sostituita sempre dalla Borrelli.  Sul 19-13 il coach locale fa rifiatare la Bertiglia inserendo ancora Carlotta Romani. Il 25-18 segna il due pari nel conteggio set. Si va al tie-break mentre gli spettatori annullano le prenotazioni in pizzeria, sono infatti le 21 passate. Il quinto periodo conferma la crescita delle locali, che grazie anche alle bordate di Jessica Panucci ed a qualche irruzione da “guerriera” di Ambra Composto, prima girano sull’8-3 e poi chiuono sul 15-9 nell’apoteosi generale del Palabucalo al termine di un sabato sportivo da “sballo” in cui s’è visto di tutto e di più.  Non passa inosservato come nell’economia della gara sono stati decisivi gli innesti delle cosiddette “seconde linee”, Carlotta Caruso e Matilde Mercieca si sono fatte trovare pronte non appena chiamate in campo e nonostante fossero sin qui state poco utilizzate. Questo testimonia l’ottimo lavoro svolto durante la settimana dallo staff tecnico composto da professionisti stimati quali Antonio Jimenez, Gianpaolo Marino e Pippo Staiti. A fine gara raggiante Carlotta Caruso: “Sono contenta di aver potuto dare una mano concreta alle mie compagne e di aver realizzato una fantastica rimonta davanti ai nostri meravigliosi tifosi”. Nel post gara interviene pure il Ds Andrea Caristi: “La partita aveva un coefficiente di difficoltà elevato sia per il valore dell’avversario che per i cambiamenti in settimana. Grande prestazione da parte di tutta la squadra e complimenti a chi si è fatta trovare pronta sia dal fischio di inizio che a gara in corso”.

Tabellino:
MAM Villa Zuccaro Volley Santa Teresa – Giò Volley Aprilia 3-2                                          Progressione Set: 19-25; 22-25; 25-18; 25-18; 15-9.
MAM Villa Zuccaro Volley Santa Teresa: Rania 13, Bilardi 8, Panucci 21, Agostinetto 3, Composto 8, Bertiglia 12, Pietrangeli (L), Caruso 2, Mercieca 8, Romani, La Rosa, Triolo, De Luca. Allenatore: Jimenez
Giò Volley Aprilia: Corvese 17, Kranner 7, Gatto 3, Liguori 15, Guidozzi 10, Gioia 9, Lorenzini ( L ) , Borrelli 2, Muzi, Bucci, Borghini. ALL : Federici
Arbitri: Pampalone e Ciaccio di Palermo

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti