Sancataldese, Marcenò: “Messo alle corde il Messina, subito gol al minimo errore”

Marcenò, tecnico della Sancataldese

La Sancataldese festeggia la salvezza matematica nonostante la sconfitta casalinga per 2-1 contro il Messina che ha viceversa ritrovato quella vittoria in trasferta che mancava da tanto tempo. “Piangiamo con un occhio solo – ha affermato al sito ufficiale del club nel dopo gara il tecnico dei nisseni Rosario Marcenòperché comunque è arrivata la salvezza matematica che era il nostro obiettivo stagionale. Non volevamo chiudere così il campionato con questo girone di ritorno, però ci sono anche dei demeriti da parte nostra”.

Ecco la sua disamina del match: “Non posso rimproverare nulla ai ragazzi, sia sotto il profilo dell’impegno che dal punto di vista del gioco. Ho visto una buona Sancataldese che ha messo alle corde il Messina, però al nostro minimo errore o calo di tensione subiamo sempre gol, mentre noi dobbiamo costruire almeno sei o sette occasioni per segnare. E’ un difetto che ci portiamo dietro dal girone di ritorno, ma bisogna pensare che la Sancataldese disputerà il prossimo anno un altro campionato di D, questo fa felici tutti, anche se volevamo questa vittoria”.

“Siamo partiti con una squadra nuova – chiude Marcenò – e abbiamo fatto tantissimi punti nella prima parte di stagione. Purtroppo non siamo riusciti a compiere il salto di qualità nel girone di ritorno, pur disputando delle discrete gare, ma non all’altezza di quello che poteva fare la squadra”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com