Sampietro: “Inutile voltarsi indietro. Abbiamo buoni margini di miglioramento”

SampietroSampietro torna a disposizione per il match di domenica

A Cittanova il Messina è ricaduto in vecchi equivoci, venendo punito anche al di là dei propri demeriti da quella che molti protagonisti hanno considerato una vera e propria svista arbitrale.

Il centrocampista genovese Gianluca Sampietro non nasconde tutta la sua amarezza: “Peccato, volevamo dare continuità ai successi precedenti e abbiamo cercato di vincere la gara dopo il pareggio. Dal campo sembrava un fuorigioco evidente, ma non sta a me giudicarlo. So soltanto che siamo tornati a casa con zero punti”.

Ott Vale

Il centrocampista argentino Ott Vale (foto Giovanni Isolino)

Il tecnico Pasquale Rando sta preparando il match con il Roccella, cercando di fare tesoro di quanto avvenuto domenica: “Con il mister abbiamo analizzato le cose positive e gli errori. Lavoriamo per migliorare ed eliminare quello che non va. È inutile guardare indietro, anche se siamo arrabbiati per un ko immeritato. Domenica non avremo alternative al successo. Abbiamo margini di miglioramento in tutti i reparti e il mister sta cercando i correttivi decisivi”.

Ancora una volta l’Acr è calato alla distanza, dopo avere ben impressionato nella prima frazione: “Abbiamo giocato un ottimo primo tempo, spingendo tanto. Peccato non avere sfruttato le occasioni create, con un gol sarebbe stata un’altra partita. Negli ultimi minuti sono usciti anche loro, anche se non hanno fatto nulla di trascendentale”.

Sampietro

Sampietro in azione a Cittanova (foto Giovanni Isolino)

Sampietro, così come altri big, deve migliorare la sua tenuta atletica: “Dobbiamo imporre il nostro gioco per più tempo, anche nel secondo tempo. A livello personale devo migliorare fisicamente e tecnicamente. Da tre settimane lavoro con la squadra e quindi sto crescendo”.

Dopo sette campionati tra i professionisti, Sampietro è sceso per la prima volta in D con l’obiettivo di dimenticare l’ultima annata nel Gozzano: “Mi hanno condizionato due seri infortuni muscolari. Non mi era mai successo di giocare così poche partite, è stato un anno molto complicato. Infatti ho accettato subito Messina per ripartire, senza aspettare oltre. Ho tanta voglia di giocare”.

Francesco Bruno

Il difensore Francesco Bruno imposta l’azione

L’inatteso avvio di stagione, con ben cinque ko in otto uscite ufficiali, non ha precedenti in carriera. “Anche se sono situazioni un po’ diverse, forse soltanto a Pisa – dove eravamo partiti per vincere il torneo – abbiamo avuto un periodo negativo simile. Ma poi siamo risaliti, fermandosi soltanto nelle semifinali playoff per la B”.

Il Palermo capolista corre e quindi il compito dei giallorossi si complica: “Le vincono tutte. Conoscevamo il valore della piazza e della squadra, non è una sorpresa. Erano i principali pretendenti alla vittoria. In D purtroppo i playoff contano relativamente, ma noi dobbiamo pensare alla singola partita, senza andare troppo oltre. Inutili fare altri calcoli, anche perché il campionato è lungo”.

Esposito

Esposito ha trovato spazio nella ripresa anche a Cittanova

Sampietro invoca massima concentrazione: “Per quello che ho visto l’Acireale è un’ottima squadra. I risultati di queste sette giornate fanno pensare che al di là della capolista ci sono sempre sorprese. Il campionato è equilibrato e si può fare fatica con qualsiasi squadra”.

L’ultimo pensiero è rivolto a Michele Cazzarò, che ha pagato al di là dei propri demeriti: “Un’ottima persona. In ritiro mi ero confrontato spesso con lui e dispiace non avergli dato una mano per via dell’infortunio. L’esonero è responsabilità anche nostra. Con Rando erano arrivati buoni risultati. Dobbiamo riprendere il cammino, ci sono le qualità per ripartire”.

Commenta su Facebook

commenti