Salvezza in C per tanti ex. De Vito fa festa, Ciccone decisivo. In gol Biondi

Andrea De VitoAndrea De Vito con i compagni del Fano celebra la salvezza

Tra salvezze all’ultimo respiro e sogni di promozione. I playoff e i playout di Serie C hanno visto protagonisti tanti ex giallorossi. Si è tornati a giocare per sancire i verdetti di un torneo che era stato interrotto bruscamente a causa dell’emergenza Covid-19. Dallo stop dell’Assemblea di Lega Pro (“La C non può andare avanti”, affermava il presidente Ghirelli) che pareva definitivo, al Consiglio Federale che ha invece decretato il ritorno in campo per ricorrere immediatamente all’appendice post-campionato, assegnando promozioni e retrocessioni d’ufficio, tra le polemiche, per prime ed ultime della graduatoria.

Nicola Ciccone

Ciccone con la maglia del Messina: suo il 3-3 valso la salvezza alla Pergolettese

In Pergolettese-Pianese, terminata con un rocambolesco 3-3 (0-0 all’andata) che ha finito per premiare i padroni di casa rimasti in inferiorità numerica, la rete decisiva per la permanenza dei lombardi nella categoria l’ha siglata Nicola Ciccone (breve esperienza all’Acr nel 2016-17), deviando al volo a 13 minuti dalla fine e agguantando il fondamentale pari dopo che la sua squadra si era trovata sotto per 1-3.

Clamorosa la salvezza del Fano dell’esterno sinistro Andrea De Vito (dal 2015 al 2017 in riva allo Stretto) che al ritorno ha concesso addirittura il bis. Forti del 2-0 dell’andata, i marchigiani si sono imposti per 1-0 a Ravenna grazie al centro di capitan Carpani, condannando i romagnoli al declassamento.

Alessandro Raffa

Alessandro Raffa, segretario generale della Sicula Leonzio

Un’autentica impresa per il Fano che aveva chiuso ultimo con il Rimini (in D per il minor numero di partite vinte) e post celebrativo per De Vito su Facebook che si è tolto qualche sassolino: “Il tempo mi ha cucito addosso qualche ferita e ha tolto ai miei muscoli un po’ di elasticità, ma avete sottovalutato la mia voglia di lottare, quella è rimasta uguale. Rimango sempre un combattente. Chi non lotta per qualcosa ha già comunque perso e anche se la paura fa tremare non smetterò mai di lottare”.

Gioisce anche la Sicula Leonzio del centrocampista Rosario Bucolo (tra i pilastri del Messina dal 2012 al 2015) e del segretario generale Alessandro Raffa, in virtù del doppio 1-0 rifilato al Bisceglie. Il ritorno è stato deciso dall’ex igeano Emanuele Catania. Per i bianconeri un’altra salvezza, anche se il clima di festa è stato macchiato dal grave lutto che ha colpito l’altro ex Acr Vincenzo Di Muro, che ha perso il fratello Gerardo. Al preparatore dei portieri le condoglianze della nostra Redazione.

Francesco Pitarresi

Francesco Pitarresi con la maglia del Picerno

Pericolo scampato pure per il Picerno di Tommaso Squillace (nel 2014 vinse con la maglia giallorossa il torneo di Seconda Divisione), che ha centrato l’obiettivo con il secco 3-0 casalingo sul Rende, capovolgendo lo 0-1 rimediato in terra calabrese. Di Francesco Pitarresi, ex di Igea Virtus e Due Torri, il terzo gol.

In chiave playoff continua il suo cammino il Catania di Cristiano Lucarelli. Sotto 0-2 al cospetto della Virtus Francavilla ed alle prese con il black-out del “Massimino”, che ha costretto ad interrompere la gara per qualche minuto, è stato Kevin Biondi (un passato sia all’Igea Virtus che all’Acr Messina) a dare la scossa con la sua marcatura, utile ad accorciare la distanze. Nella ripresa il ribaltone dei rossoazzurri (3-2) che vanno avanti nel tabellone, pur tra mille difficoltà.

Kevin Biondi

L’ex messinese Kevin Biondi a segno con la maglia del Catania

Niente da fare, invece, per l’Albinoleffe di Gael Genevier che si è arreso al Novara, cui è bastato lo 0-0 per la migliore posizione in classifica regolare. Qualificate anche Padova (0-0 con la Samb) e Catanzaro (0-0 con il Teramo), in attesa di Ternana-Avellino. Dalla vincente del match del “Liberati” si conoscerà l’avversaria del Potenza di Peppe Raffaele: lucani contro il Catanzaro in caso di successo delle “fere”, mentre se passeranno gli irpini guidati da Eziolino Capuano saranno loro ad affrontare il Potenza.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva