Rondinella: “Una liberazione il gol, dedicato a mia madre. Sto trovando fiducia”

RondinellaRondinella ha firmato il primo gol in giallorosso (foto Paolo Furrer)

Genny Rondinella continua a offrire prestazioni convincenti sull’out di destra. Grazie al suo opportunismo il Messina è passato in vantaggio, complice un errore chiaro del portiere Stancampiano: “Il gol per me rappresenta una liberazione. Da due anni gioco poco, ero partito fuori dalle rotazioni ma con il mister Capuano ho trovato spazio e fiducia. Dalla gara di Latina gioco con maggiore continuità e spero di aver dimostrato le mie qualità”. 

Rondinella

Il Messina celebra la rete di Rondinella (foto Paolo Furrer)

Partita con continui cambi nel punteggio, il giocatore biancoscudato recrimina per il finale ma loda la sua squadra: “Sull’1-1 puoi subire il colpo e calare ma siamo stati bravi a raddoppiare mentre c’è rammarico per il pareggio subito. Alla fine però meglio un punto che muove la classifica che non portare nulla a casa. Siamo veramente un bel gruppo: ovviamente abbiamo attraversato le nostre difficoltà tra Covid e infortuni ma la società è sempre stata vicina”. 

Fra tre giorni comincia il girone di ritorno e serviranno tre punti contro una diretta rivale salvezza per abbandonare l’ultimo posto occupato in coabitazione con la Vibonese: “Dobbiamo vincere mercoledì con la Paganese per uscire da questa situazione. La partita era stata preparata bene, sapevamo che era un derby molto sentito dalla piazza. Abbiamo dato il massimo, dispiace non aver vinto ma ci teniamo stretti il punto”. 

Curva Sud

Una vista d’insieme della Curva Sud (foto Paolo Furrer)

La formazione etnea ha mostrato ottime qualità ma il Messina meritava la vittoria: “Nei primi venti minuti il Catania ha tenuto a lungo il possesso palla, poi il mio gol ci ha fatto conquistare terreno. È un peccato per il pareggio subito. Dedico questa rete a mia madre, festeggiava il suo compleanno e quasi me lo sentissi le avevo promesso questo.

L’ex calciatore di Pistoiese e Savoia ha spiegato anche il contrattempo che lo ha costretto al cambio dopo un’ora di gioco: “Mi è venuto un crampo al polpaccio destro, successivamente mi è passato ma mi è tornato non appena ho effettuato una scatto in avanti”. Raciti confida di potere recuperare sia l’esterno campano che il portoghese Gonçalves per l’ultima sfida del 2021, per chiudere in modo meno amaro mesi fin qui complicati.

Autori

+ posts