Il Rocca di CapriLeone non espugna Mazara e saluta l’Eccellenza

Mesto ritorno in Promozione, dopo una sola stagione di Eccellenza, per il Rocca di Capri Leone. I bianco-blu del presidente Giacobbe non riescono nell’impresa di espugnare il “Nino Vaccara” nel play-out che li opponeva al Mazara al termine di una sfida conclusa ai supplementari sul risultato di 1-1.

Rocca di Capri Leone

Rocca di Capri Leone

Generosa quanto sfortunata la prova dell’undici nebroideo nel barrage di spareggio per il Girone A del massimo torneo calcistico dilettantistico a livello regionale. Grande amarezza che nasce da una stagione dai “due volti” per la compagine – ricordiamo alla sua prima esperienza nella categoria – che dopo un girone d’andata più che positivo, si è avvitata in crisi di risultati e gioco nel ritorno ed in cui a nulla è servito neppure l’avvicendamento in panchina con l’ex centrocampista del Palermo Davide Campofranco subentrare al dimissionario Salvatore Bongiovanni.

Inesperienza, infortuni ed episodi sfavorevoli hanno caratterizzato un torneo, in cui come in un film del campionato, anche la gara verità ha racchiuso in una sintesi tutto l’arco delle emozioni del mondo del pallone tra speranze e combattività, illusioni e delusioni.

Sfida viva quella tra il Mazara di mister Bruccoleri ed i leoni bianco-blu subito protagonisti e vicini alla rete con Basilio Monastra che colpisce la traversa, mentre le repliche dell’undici canarino sono affidate al solito Rosella che mette alla frusta il reparto difensivo, e ci vuole il solito puntuale Inferrera a sbarrare la porta.

Logo Rocca Capri Leone

Logo Rocca Capri Leone

Nel secondo tempo il ritmo cala sia per l’importanza della sfida per entrambe sia per il forte vento, e senza grandi sussulti le squadre finiscono per annullarsi ed in assenza di episodi decisivi finiscono per procrastinare le residue energie ai risolutivi supplementari..

Al 104′ del primo tempo arriva il vantaggio del Rocca con Fabrizio Bontempo che scodella in mezzo un piazzato da posizione laterale, si genera una mischia in area con tocco risolutivo di Giorgio Cicirello che con l’aiuto di una deviazione del locale Palazzo supera l’estremo Iacono.

Il canovaccio del secondo tempo supplementare si capovolge ed è il Mazara a riversarsi in avanti alla ricerca del pari. Il Rocca ha l’occasione per ripartire in contropiede, ma pecca in lucidità non sfruttando gli ampi spazi concessi ed è punito: ancora un piazzato genera una mischia, risolta a ridosso della linea di porta dal difensore Catello Porzio.

Le energie residue sono poche, il morale basse, ed il cronometro scorre veloce negli ultimi minuti di un supplementare in cui le ultime emozioni finali sono frutto della delusione e del nervosismo con l’arbitro che sventola ben tre cartellini rossi, due all’indirizzo dei nebroidei Bontempo e Naro, e Calandrino per il Mazara che esulta per la permanenza nella categoria.

Tabellino:

Mazara-Rocca di Capri Leone 1-1 d.t.s.

Marcatori: 105′ Palazzo (aut), 116′ Porzio

Mazara: Iacono, Russo, Porzio, Palazzo, Calandrino, Di Carlo (85′ Fodda), Esposito, Lunetto, Impeduglia (78′ Marino), Rosella, Rome (100′ Melia). All. Brucculeri.

Rocca di Capri Leone: Inferrera, Gennaro, Naro, Di Giandomenico (91′ Galati), Regina, Bontempo, Protopapa (85′ Cicirello), Margò, Craccò, Monastra, Crocivera. All. Campofranco.

Arbitro: Marco Ricci di Firenze.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti