Proto e Manfredi predispongono nuovo atto. Slitta l’appuntamento con Stracuzzi

Franco ProtoIl presidente dell'ACR Messina Franco Proto

È slittato di qualche ora, rispetto all’iniziale tabella di marcia, l’appuntamento tra Natale Stracuzzi e gli emissari di Franco Proto. Il presidente dimissionario dell’ACR Messina si è detto disposto a firmare anche il preliminare originario, predisposto insieme all’amministratore delegato Pietro Gugliotta nella serata di mercoledì. Il giorno dopo era arrivata infatti la firma soltanto sull’atto che prevedeva un’aggiunta: ovvero la contestata designazione di due soggetti di fiducia dello stesso Stracuzzi e di Oliveri nel nuovo consiglio di amministrazione. Passaggio che sarà superato, dal momento che non è prevista la sostituzione dell’attuale cda, destinato a dimettersi. Alle 11 e 30 è stato l’ex direttore generale Lello Manfredi a comunicare alla controparte che Franco Proto e i suoi collaboratori si erano recati in uno studio notarile, per predisporre un nuovo atto.

Lello Manfredi

Lello Manfredi

Una scelta accolta con un po’ di perplessità dai gruppi del tifo organizzato, che auspicavano un’immediata chiusura di una querelle infinita, che costerà già svariati punti di penalizzazione al club (potrebbero essere quattro tra stipendi, contributi, fideiussione e relativo premio). Una decisione dovuta probabilmente alla volontà di sbloccare una volta per tutte l’impasse delle ultime ore. In assenza di dichiarazioni dei diritti interessati, l’auspicio è che l’incubo sia ai titoli di coda e che il risveglio possa essere meno brusco di quanto in tanti iniziano a temere.

I giocatori ai cancelli dei Cantieri Navali

La prima squadra intanto è partita alla volta di Pagani. L’obiettivo è quello di scongiurare ulteriori ripercussioni su una classifica che rischia altrimenti di essere stavolta dai provvedimenti disciplinari. Contrariamente a quanto emerso nei giorni scorsi, il -2 relativo al ritardato pagamento delle mensilità di novembre e dicembre dovrà essere scontato con ogni probabilità già nell’attuale stagione, mentre le penalizzazioni relative al bimestre gennaio-febbraio slitterebbero al campionato successivo.

Commenta su Facebook

commenti