Primo successo della Forense Zancle nel girone eliminatorio su Palermo. Decide Caminiti

L'undici titolare della Forense Zancle

A Bisconte in scena il replay della finale dello scorso Campionato Forense.

Mattinata tesa al Marullo di Bisconte, con la Zancle che nel pomeriggio di venerdì aveva ventilato il ritiro per protesta contro la deplorevole decisone del comitato organizzatore forense di cambiare il regolamento alla terza giornata per favorire una delle partecipanti. Alla fine il buon senso ha prevalso e si è giocato come da programma. Primo tempo di studio con la Zancle che parte con un prudente 4-4-1-1 con Caminiti tra le linee e la sorpresa Galletta interno di centrocampo a supporto di un acciaccato Todaro.

Alla mezz’ora scambio veloce tra Caminiti e Giorgio la cui girata si perde di poco alta sulla traversa . Da quel momento e fino alla fine della prima frazione i locali esercitano una certa pressione che non si traduce in chiare palle gol . All’inizio della ripresa mister Tierno mette dentro la seconda punta, il rientrante Lombardo e la partita cambia volto. Al 15′ Miserendino se ne va sulla sinistra e viene steso al limite dell’area. Sulla palla si porta Caminiti che supera barriera e il rivedibile portiere palermitano e porta in vantaggio i suoi. Chi si aspetterebbe una veemente reazione dei palermitani resta deluso perché il pallino del gioco resta ai biancoscudati che sfiorano in raddoppio con il solito Caminiti e tengono in costante apprensione la retroguardia ospite.

Il portiere Cecere rimarrà vigile ma inoperoso fino alla fine. Per dovere di cronaca das sottolineare le lamentele degli ospiti in merito al terreno di gioco, non consono a loro dire, al livello qualitativo del torneo. Da informazioni reperite sembra tuttavia che il regolamento del torneo non preveda alcuna limitazione relativa alla superficie di gioco, per cui il glorioso Marullo (omologato per il campionato regionale di Eccellenza) è idoneo allo svolgimento del torneo.

The following two tabs change content below.
Redazione Messina Sportiva

Redazione Messina Sportiva

Commenta su Facebook

commenti