Prima sconfitta casalinga del campionato per la Pgs Luce

Pgs Luce

Prima sconfitta interna per la Pgs Luce superata per 1-3 dal Nike Club di Giardini Naxos nell’incontro valido per la nona giornata del campionato di serie C2, che si mantiene molto equilibrato. In panchina manca il mister Sebastiano Costa, partito per Gela ove nella giornata di sabato si è svolta la cerimonia di ordinazione sacerdotale di Don Enzo Timpano, storica guida del “Savio – Calcio a 5” ed amatissimo esponente del mondo salesiano, cui vanno i migliori auguri da parte dell’intero gruppo dirigente della Pgs Luce. In porta Claudio Zodda sostituisce Simone Fiumara infortunatosi alla mano destra in allenamento durante la settimana. Vista l’assenza di Sebastiano Costa in panchina, è il giocatore Valerio Bucca ad assumere di fatto la conduzione della squadra.

Francesco Rinaldi

Il pivot Francesco Rinaldi

La partita si presenta subito ostica per i padroni di casa i quali si trovano davanti un avversario forte fisicamente, chiuso a riccio e pronto a ripartire in contropiede. Da una di queste ripartenze nasce il primo gol del Nike Club nelle prime fasi di gioco. La Luce comincia un assedio tambureggiante nel tentativo di pareggiare immediatamente. Ci sono almeno cinque palle gol nitide, ma in diverse occasioni è il portiere del Nike Club ad opporsi. Il pareggio arriva solo in conclusione del primo tempo con il gol del pivot Francesco Rinaldi a conclusione di un’azione corale ben congegnata. La ripresa comincia per come si era concluso il primo tempo, con la Luce che conduce le azioni cercando di alzare il ritmo ed il Nike Club chiuso in difesa. La manovra di Bucca e compagni, tuttavia, non è quella delle giornate migliori. Si evidenziano un eccesso di frenesia e poca pazienza nel fare uscire l’avversario dal proprio guscio; imprecisione sotto porta; una pericolosa tendenza a giocare la palla con passaggi in orizzontale che intercettati in almeno due occasioni rischiano di spianare la strada agli avversari. Nonostante ciò, il forcing della Luce produce altre conclusioni importanti con Rinaldi, Giliberti e lo stesso Bucca, alle quali il portiere degli ospiti si oppone alla grande ed in alcuni casi in maniera piuttosto rocambolesca. L’equilibrio si incrina a metà della ripresa, quando il Nike Club passa in vantaggio, non in contropiede come sembrava potesse verificarsi, ma attraverso una combinazione che sorprende la difesa locale, colpevolmente poco reattiva. La reazione è veemente ma poco lucida. Tuttavia, le opportunità per pareggiare e vincere ci sono ancora, anche attraverso due tiri liberi malamente sprecati da Giuseppe Granata ed Antonio Costa. La giornata storta della Luce trova la propria conclusione a pochi minuti dalla fine con il terzo gol del Nike Club, che questa volta sfrutta una ripartenza.  Si tratta della prima sconfitta casalinga della Pgs Luce che arresta la lunga striscia positiva, ma certamente non le ambizioni di una squadra dalle qualità importanti che l’hanno portata al secondo posto in classifica, da questa settimana in coabitazione con il Città di Oliveri. Sabato prossimo è previsto lo scontro diretto in casa dei tirrenici.

Valerio Bucca

Il centrale Valerio Bucca

Questo il commento del centrale Valerio Bucca: “Buona prestazione nonostante la sconfitta. Abbiamo imposto il nostro gioco e siamo stati sempre padroni del campo. Il Nike Club, ottima squadra ben messa in campo, ha lottato su tutti i palloni facendo una partita difensiva eccellente. Paghiamo gli errori fatti in fase offensiva e la poca concretezza sotto porta. Possiamo e dobbiamo migliorare se vogliamo ambire alle prime posizioni in classifica. Siamo un gruppo giovanissimo e vogliamo essere protagonisti. Dimentichiamo la sconfitta, e prepariamoci subito al big match contro l’Oliveri. Ancora complimenti al Nike Club”. Il pivot Francesco Rinaldi: “Abbiamo fatto una buona prestazione, solo che la squadra che andavamo ad affrontare giocava con una difesa molto bassa e non ci faceva esprimere al meglio. Abbiamo tirato molte volte in porta. Loro hanno saputo sfruttare i nostri errori. La sconfitta non ci demoralizza, sapremo farne tesoro. Abbiamo tanta voglia di dimostrare il nostro valore”.

Commenta su Facebook

commenti