Il Prefetto aveva scritto: “Festeggiamenti dalle 18 di venerdì fino a martedì”

È destinata a creare un precedente inedito la decisione adottata dalla Lega Pro a Firenze. Nel provvedimento della Prefettura di Reggio Calabria non sembrava infatti esserci spazio per interpretazioni differenti dal rinvio a data da destinarsi considerato che “dalle ore 18.00 del 12 settembre 2014 sino alle ore 00.00 del 16 successivo” la Città di Reggio Calabria sarà interessata dai festeggiamenti in onore della Madonna della Consolazione, patrona del Capoluogo”.

Provvedimento Prefetto di Reggio 1

La copia del provvedimento del Prefetto di Reggio Calabria

Di seguito il provvedimento integrale firmato da Claudio Sammartino:

Il Prefetto della Provincia di Reggio Calabria 

ESAMINATA la determinazione n. 31/2014 del 3 settembre 2014 con la quale l’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive ha disposto il “rafforzamento delle misure con adozione di particolari misure organizzative” in relazione alla disputa dell’incontro di calcio Reggina-Messina valevole per il campionato di calcio – Lega Pro, previsto per il giorno 14 settembre p.v. allo stadio comunale “Granillo” di Reggio Calabria, ritenendo l’incontro stesso caratterizzato da “profili di rischio massimo”;

VISTA la nota prot. n. 11017 datata 2 settembre 2014 indirizzata al Ministero dell’Interno ed anche a questo Ufficio, con la quale il Questore, nel segnalare la “rivalità” non recente fra le opposte tifoserie interessate, ha ulteriormente rappresentato che “dalle ore 18.00 del 12 settembre 2014 sino alle ore 00.00 del 16 successivo” la Città di Reggio Calabria sarà interessata dai festeggiamenti in onore della Madonna della Consolazione, patrona del Capoluogo ed ha altresì precisato che nell’area prossima all’impianto sportivo saranno installate “diverse centinaia di bancarelle, meta di migliaia di visitatori”;

I tifosi presenti domenica sugli spaltidel San Filippo per la "prima" con la Lupa Roma

I tifosi presenti domenica sugli spaltidel San Filippo per la “prima” con la Lupa Roma

VISTA la nota prot. n. 706/A4/Gab datata 6 settembre 2014 con la quale il Questore ha nuovamente e puntualmente segnalato la rivalità esistente fra le due tifoserie “sfociata in passato in diversi episodi di intemperanza”;

RILEVATO che le suesposte circostanze, anche risalenti nel tempo, e la concomitante ricorrenza dei festeggiamenti in onore della Madonna della Consolazione, patrona della Città, che usualmente richiamano presso questo Centro un notevole numero di partecipanti, rendono opportuno che l’incontro di calcio si svolga in altra data;

CONSIDERATO che la problematica è stata esaminata in occasione di una riunione di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica tenuta presso questa Prefettura in data 8 settembre 2014, con la partecipazione dei Responsabili provinciali delle Forze dell’Ordine, dell’Amministratore Unico della soc. Reggina Calcio e del Comandante della Polizia Municipale di Reggio Calabria;

Nigro e compagni celebrano la prima rete stagionale realizzata contro la Lupa Roma

Nigro e compagni celebrano la prima rete stagionale realizzata contro la Lupa Roma

VISTI  l’art. 2 del T.U.L.P.S. approvato con R.D. 18 giugno 1931 n.773, la legge 24 aprile 2003 n. 88 ed il D.L. 22 agosto 2014 n. 119;

DISPONE per preminenti ragioni di tutela dell’ordine, della sicurezza e dell’incolumità pubblica, l’incontro di calcio Reggina – Messina, valevole per il campionato di calcio Lega Pro in programma per domenica 14 settembre 2014 presso il campo sportivo comunale “Granillo” di Reggio Calabria, dovrà svolgersi in diversa data da individuarsi da parte della Lega Italiana Calcio Professionistico.

Il Questore è incaricato della notifica ed esecuzione del presente provvedimento.

La presente ordinanza è impugnabile mediante ricorso gerarchico al Ministro dell’Interno ovvero giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale della Calabria – sez. di Reggio Calabria, rispettivamente entro 30 ovvero 60 gg. dalla data della notifica.

Commenta su Facebook

commenti