Portovenero: “In Primavera con il Trapani una vetrina meravigliosa”

Margareci e Portovenero

E’ oggi un pilastro della Primavera del Trapani, società nella quale sta mostrando tutto il suo valore. Samuel Portovenero, tra i giocatori messinesi più promettenti, è destinato a far parlare di sè. Il talentuoso centrocampista è approdato in maglia granata direttamente dal settore giovanile del Città di Messina. In Serie D, in un biennio, aveva collezionato oltre 20 presenze, mettendo a segno tre reti e rendendosi autore di uno svariato numero di assist per i compagni. Il “gioiellino” classe 1996 ha subito brillato nella prima parte di stagione disputata nella Primavera del Trapani, decidendo al 93’ il match di Varese e siglando un’altra rete nel rocambolesco 3-3 casalingo con il Parma. Al suo attivo anche un centro in Coppa Italia, nella gara persa per 6-3 a Bologna.

Samuel Portovenero con la maglia del Città di Messina

Portovenero con la maglia del Città di Messina

Portovenero, testimonial del “Gran Galà AICS-Jano Battaglia”, tradizionale manifestazione di fine anno organizzata dal comitato provinciale dell’AICS Messina, ha descritto i primi mesi del nuovo corso della sua carriera: “Per me si tratta di un’esperienza unica. Mi alleno sempre al massimo per cercare migliorare dopo giorno dopo giorno, sperando in qualcosa di ancora più bello ed importante per il mio futuro. La prima squadra ? Sarebbe un grande onore riuscire ad avere una possibilità in Serie B”.

Lo spumeggiante Trapani di Boscaglia, che esprime il miglior calcio della cadetteria, ha in rosa un altro elemento proveniente dal Città di Messina. L’attaccante Nicola Citro, particolarmente adatto al 4-3-3 del tecnico, si sta ritagliando uno spazio di rilievo. Portovenero spera di ripercorrerne le orme e nei suoi confronti usa parole al miele. “Nicola sta facendo molto bene. Non avevo dubbi sul suo conto, è un bravo ragazzo ed un grande calciatore che da sempre il massimo, sia in allenamento che in partita”.

La Primavera del Trapani

La Primavera del Trapani

Il responsabile del settore giovanile Alessandro Birindelli (ex difensore della Juventus) ed i suoi collaboratori avevano messo da tempo gli occhi su Portovenero, come spiega il diretto interessato: “Il Trapani mi aveva già cercato in passato, attraverso il coordinatore degli osservatori Mariano Gabriele, visionandomi due anni fa quando giocai con la Rappresentativa Allievi a Noto. A quei contatti è seguito il trasferimento che si è quindi concretizzato nella scorsa estate”.

La formazione affidata a Luigi Garzya, ex difensore di Lecce e Roma, inserita nel difficilissimo girone A, vanta dieci punti dopo dodici gare giocate, ma nelle ultime giornate ha decisamente cambiato marcia e sta risalendo in classifica. “E’ una vetrina meravigliosa. Affrontiamo formazioni del calibro di Fiorentina, Juventus, Torino, Genoa e Sampdoria, costruite per i quartieri alti. Noi siamo partiti maluccio, ma con il passare delle settimane il nostro rendimento è cresciuto e dopo aver ottenuto ultimamente dei buoni risultati con l’anno nuovo puntiamo a rilanciarci”.

Commenta su Facebook

commenti