Policlinico, un nuovo ecografo di ultima generazione per monitorare i pazienti

ecografoIl nuovo ecografo in dotazione al Policlinico

Un ecografo, di ultima generazione ed altamente performante, è stato messo in servizio per l’attività clinica e di ricerca del Reparto Universitario di Chirurgia Endocrina e Mininvasiva. Soddisfatto il Direttore Gianlorenzo Dionigi: “Un sentito e sincero ringraziamento alla Direzione Aziendale ed in particolare a Giuseppe Laganga, Franco Trifirò per la sensibilità, la disponibilità e per l’importante dotazione diagnostica che implementa ulteriormente il livello qualitativo delle prestazioni, l’assistenza ed i servizi del nostro reparto”.

barella di biocontenimento

La barella di biocontenimento appena testata dal Policlinico

“Lo strumento sarà impiegato nel monitoraggio dei pazienti da operare o già operati alla tiroide– prosegue Dionigi -. L’ecografo sarà utilizzato nella pratica clinica di tutti i giorni anche dai reparti di Endocrinologia, e tutte le divisioni di Chirurgia sempre in sinergia. Sappiamo di poter contare su un ospedale ricco di tecnologie oltre che di grandi professionalità e questo nuovo ecografo rafforza ulteriormente gli strumenti dell’ospedale per il bene dei nostri pazienti. La strumentazione è fondamentale per gli esami relativi alle patologie della tiroide e delle paratiroidi, in quanto l’ecografia rappresenta una procedura di primaria importanza nel percorso pre-operatorio e post-operatorio delle malattie tiroidee: un esame semplice e innocuo, che permette di definire forma e dimensioni della tiroide, presenza di eventuali noduli o cisti e vari aspetti della struttura di tale organo, nonché successivamente per definire il tipo di intervento chirurgico“.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva