Passa dal San Filippo e da Roma l’immediato futuro del Messina

Curva Sud San FilippoCurva Sud San Filippo

Sarà un gennaio intenso quello del Messina, che proverà a lasciarsi in fretta alle spalle l’ultimo periodo no. Nelle ultime sei giornate i peloritani hanno conquistato la miseria di tre punti, frutto di altrettanti pareggi casalinghi, ed adesso dovrà passare proprio dal San Filippo l’atteso riscatto. Tre delle quattro gare in programma nel primo mese del 2016 si giocheranno proprio tra le mura amiche, contro un Martina non certo irresistibile, come testimonia l’attuale penultimo posto, un Benevento in ripresa ed alla ricerca di un piazzamento play-off che possa dare un senso all’ennesima rincorsa a quella B che resta una chimera ed il Monopoli, che non ha scacciato lo spettro dei play-out nonostante un discreto girone di andata.

Gustavo anticipato in extremis dall'ex Rino Iuliano

Il recupero di Gustavo tra le poche note liete giunte dall’infermeria

Di Napoli da lunedì a Roma sarà spettatore interessato di un processo che potrebbe tarpare le ali della sua carriera da allenatore, proprio ora che in riva allo Stretto aveva saputo mettere in piedi un bel gruppo. In queste settimane “Re Artù” ed il suo staff, capeggiato dal validissimo Raffaele Di Napoli, già indicato come eventuale sostituto, hanno cercato di recuperare la forma migliore, dopo la mancata preparazione estiva. Si è lavorato molto anche sulle motivazioni. Il Messina d’altronde si presenta al primo appuntamento ufficiale del nuovo anno senza acquisti (mercato congelato fino a quando non si conoscerà il destino di Arturo) e con ben sette assenze, se si considera anche il terzo portiere Di Stasio.

Stefano Addario

Stefano Addario rimpiazzerà lo squalificato Berardi tra i pali

Out gli squalificati Berardi e De Vito e gli infortunati Cocuzza, Palumbo, Parisi e Fornito. Necessario quindi attendersi delle risposte da chi ha avuto meno spazio e si gioca magari anche la riconferma. Tra i pali ci sarà Addario, in difesa i centrali saranno Burzigotti e Martinelli. Sulla sinistra spazio al giovane Russo, mentre a destra Barilaro appare favorito su Frabotta, autore di una sfortunata autorete a Caserta. Giorgione, Baccolo e Zanini in pole a centrocampo, con i “fedelissimi” di Di Napoli, Biondo e Bramati, opzioni alternative, magari a gara in corso. In avanti Padulano e Gustavo – finalmente ristabiliti – potrebbero supportare Leonetti, che sembra avere maggiori chances di Salvemini. Barraco potrebbe partire dalla panchina dopo un periodo di appannamento. Pronto finalmente per un impiego part-time il rientrante Tavares, messo un po’ a sorpresa in discussione dopo un grande avvio di stagione.

La facciata dell'NH Vittorio Veneto

La facciata dell’NH Vittorio Veneto. La struttura che sorge sul Corso d’Italia ospiterà ancora il processo sul calcioscommesse

I giallorossi puntano a replicare i successi ottenuti contro Melfi e Lupa Castelli Romani per chiudere con un bottino di rilievo un girone di andata iniziato all’insegna delle imprese, come quelle ottenute contro Cosenza, Matera e Fidelis Andria. Da lunedì si giocherà su due campi, con il processo che sarà ospitato ancora una volta dall’NH Hotel nella Capitale. Di Napoli si è affidato ad un pool capeggiato ancora dal legale bolognese Mattia Grassani. La società affiancherà il suo allenatore, coprendo parte delle spese del giudizio. A confermarlo il direttore generale Lello Manfredi, che confida come i sostenitori peloritani nelle capacità del collegio difensivo: “Auspichiamo che Arturo possa uscire indenne da questo procedimento, anche se in questi casi spesso prevale una linea dura”. Gennaio, al di là del mercato invernale, sarà insomma un mese crocevia per il futuro dell’ACR.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com