Partenza “super” per la prima tappa degli Internazionali d’Italia su Sabbia “Supermarecross”

Un grande successo a Fregene, prima prova degli Internazionali d’Italia su sabbia “Supermarecross e del Supermare Quadcross, grazie alla partecipazione di numerosi piloti e alla presenza di un discreto pubblico che ha affollato il bordo pista.

Lo stabilimento balneare Albos, base logistica dell’evento, è stata presa d’assalto da ben 111 piloti con un paddock allestito sul lungomare che ha occupato circa 1 km di litoranea, un villaggio colorato che ha richiamato migliaia di spettatori. A completare il successo di questa prima della stagione sicuramente lo spettacolo in pista offerto da gare entusiasmanti e combattute. Oltre alle moto anche i quad hanno dato spettacolo. Regia della giornata ben diretta dal promoter FX Action e dal Moto Club XXX Raid ha animato l’intera giornata con manche in successione, senza intoppi, senza incidenti, veramente una manifestazione ben riuscita.

Dopo le fasi delle prove libere e delle qualificazioni del mattino già si poteva capire che la giornata si sarebbe svolta ricca di contenuti agonistici di rilievo in ogni manche e per ogni giro dei 900 metri di pista. Tanti i protagonisti al via in ogni categoria tutti ben preparati, ben curati per il primo vero esordio della stagione. La nuova formula ha colto l’attenzione di nuovi piloti che di solito non partecipavano al Supermarecross e questo ha dato sicuramente una svolta al prestigioso campionato. Dunque griglie piene in ogni categoria, anche nei quad si è registrato un buon incremento di partecipazione, segnale importante visto che sarà sempre FX Action a curare il Campionato Italiano Supermare Quadcross.

start_quad_fregeneIl via alle danze lo ha dato la categoria Quadcross Elite e JF250. Vittoria di Andrea Cesari che sulla sabbia ha sempre dimostrato un gran passo, alle sue spalle il Campione 2014 Nicola Ciceri, terza posizione per Simone Mastronardi. Tra i giovanissimi della JF250 a spuntarla è stato Paolo Galizzi, alle sue spalle Michele Monti. Nella gara 1 della categoria Quad Sport vittoria di Mattia Papa, anche quest’anno il giovane pilota emiliano si riconferma l’uomo da battere, alle sue spalle nell’ordine Davide Gigli e Emilio Nelli.

La prima manche della Minicross ha visto il dominio del pilota calabrese Emilio Scuteri (KTM-Wyss), che rientrava dopo un infortunio al polso, una vera furia sulla sabbia, velocissimo e determinato; seconda posizione per Carmelo Ferlo, terza posizione per Riccardo Girolami. Sfortuna per il pilota ucraino Oleksandre Chura ritirato per guasto meccanico. Dopo la manche Minicross è stata la volta della 125 con Alessandro Lentini (Husqvarna-Team Mototecnica-Sanix Up) si è involato subito verso la vittoria. Il pilota laziale, sulla sabbia, si è dimostrato ancora una volta velocissimo impostando un buon ritmo fin dal primo giro, alle sue spalle si è assistito ad una bella lotta tra Gabriele Oteri, Riccardo Laureti e Luca Milani.

Il messinese Antonio Mancuso

Il messinese Antonio Mancuso

Lo schieramento della MX2 è stato il più affollato, con molti nomi che potevano aspirare alla vittoria. Alle 15:15 in punto si abbassa il cancelletto ed è il pilota del Team De Carli Joakin Furbetta (KTM) che ha sorpreso tutti andando subito al comando. Guai invece per il messinese Antonio Mancuso (Honda-SRS Racing), campione in carica, che al primo giro è transitato solo 17°. Il giovanissimo non si fa sopraffare dall’emozione e continua al comando per nove giri quando deve dare il passo ad uno spettacolare Mancuso giunto alle sue spalle. Il messinese andrà a vincere questa prima sfida della stagione, secondo Furbetta, terzo un positivo Stefano Pezzuto (Yamaha-Italian Factory), quarta posizione per la Campionessa del Mondo Kiara Fontanesi (Yamaha-Fonta Racing).

Si arriva alla gara 1 della MX1, anche qui parecchie novità: la presenza di Piefilippo Bertuzzo (Yamaha-Italian Factory), il ritorno di Marco Maddii, al via anche Luca Fontanesi, poi Daniele Bricca e Nicola Di Luccia che rendono un po’ incerta il “toto-scommesse” sul probabile vincitore della MX1. Ma attenzione anche a Giovanni Bertuccelli (Honda-Pardi Racing Royal Pat) che è tornato sui suoi passi scegliendo ancora la classe regina. La gara è molto attesa, si abbassa il cancelletto ed è subito battaglia ma Giovanni Bertuccelli, già dominatore delle crono, ha un ritmo infernale e va a vincere subito questa prima gara della stagione, alle sue spalle un determinato Marco Maddii (KTM-Maddii Racing), terza posizione per Pierfilippo Bertuzzo, ottima quarta piazza per Luca Fontanesi (Yamaha-Fonta Racing).

Si riparte con le seconde manche per ogni  categoria, saranno sempre i Quadcross Elite-JF250 ad aprire il secondo round giornaliero. Doppia affermazione di Andrea Cesari che vince anche gara 2, una doppietta per lui aggiudicandosi così l’assoluta della tappa di Fregene. Alle sue spalle Nicola Montalbini che poi risulterà secondo assoluto di giornata, terza posizione per Simone Mastronardi che con i due terzi posti si piazza al terzo posto assoluto. Tra i giovanissimi della JF250 gara 2 è stata vinta ancora da Paolo Galizzi, dunque vincitore assoluto di questa prima prova, alle sue spalle ottima prestazione per Michele Monti secondo assoluto di giornata.

Giovanni Bertuccelli

Giovanni Bertuccelli

Le seconde manche rispetto alla prima fase cambiano nell’ordine di partenza del time table per dar modo ai piloti della MX2 e MX1 di riposarsi in vista dell’attesa Supercampione pertanto è la MX2 a partire. Stesso copione della prima manche con Mancuso che si mette sin da subito alle spalle di Furbetta, segue Pezzuto. Mancuso sorpassa Furbetta a metà gara ed i tre arrivano nell’ordine sotto la bandiera a scacchi. Gara 2 della MX1 si apre con Bertuccelli che incappa in un paio di cadute, Maddii parte benissimo e questa volta non si fa scappare la vittoria, Bertuccelli rimonta e si piazza secondo, terza posizione per Di Luccia, quarto Luca Fontanesi regolare e determinato. Daniele Bricca rimane nel mucchio alla prima curva dopo la partenza, si rialza dolorante dando vita ad una rimonta fino all’ottava posizione, il forte dolore alla gamba lo farà però desistere da prendere il via alla Supercampione, un vero peccato perché lo abbiamo rivisto molto preparato e motivato.

La seconda manche della 125 ha visto nuovamente la vittoria di Alessandro Lendini, seconda posizione per Riccardo Laureti, terza per il caparbio Simone Paolucci rientrato anche lui da un infortunio, ottima la quarta piazza per l’endurista Giuliano Mancuso. La 125 ha visto ancora il dominio del Campione 2014, Alessandro Lentini che lascia Fregene a bottino pieno, seconda posizione assoluta per Ricardo Lauretti, terza per Gabriele Oteri. La gara 2 della Minicross ha visto l’affermazione di Emilio Scuteri, imbattibile su questo tipo di terreno, seconda posizione per Carmelo Gerla, terza piazza per Aldo Crea. La classifica assoluta di giornata attesta Emilio Scuteri sul primo gradino, seguito da Carmelo Ferla, terzo Riccardo Girolami.

Lo Start della mx2

Lo Start della mx2

Alle ore 16:20 è partita l’attesissima manche Supercampione con i migliori 12 della MX2 e MX1. Il punteggio della Supercampione è valido anche per la classifica generale del campionato in più, come voluto da FX Action, questa vale anche per la somma finale della speciale classifica Supercampione in abbinamento al Campionato Italiano MX1-2, graduatoria che assegnerà a fine stagione premi specialissimi! Alla prima curva subito un verdetto per l’assegnazione del premio “HOLESHOT EVO PLUS”, a conquistarlo Marco Maddii scattato davanti a tutti, un giro al comando poi una banale caduta lascia aperta la strada a Giovanni Bertuccelli che non avrà problemi a guadagnarsi altri punti importanti per il campionato vincendo anche la prima Supercampione della stagione. Seconda posizione per l’altro pilota messinese Antonio Mancuso, primo pilota delle MX2, terzo Pierfilippo Bertuzzo, quarto Marco Maddii. Kiara Fontanesi qualificata alla Supercampione è stata costretta al ritiro per un problema alla frizione.

Prossimo appuntamento con gli Internazionali su sabbia Supermarecross è fissato per il 1 marzo a Francavilla al Mare.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti