Al Palacultura doppio appuntamento con i Quintorigo e Giancarlo Parisi

Il prossimo 7 e 8 novembre al Palacultura “Antonello” sarà di scena la buona musica con, rispettivamente, i Quintorigo e Giancarlo Parisi. Questo doppio appuntamento rientra nella Stagione musicale dell’Accademia Filarmonica di Messina e dell’Associazione “Bellini”.

Giancarlo Parisi

Giancarlo Parisi

I Quintorigo saliranno sul palco con l’omaggio a Jimi Hendrix, mentre Giancarlo Parisi onorerà Fabrizio De Andrè nel concerto “Aria di Faber” grazie al suo Zi Flute e un’orchestra da camera. I Quintorigo nel tour “Quintorigo Experience” si presentano con Valentino Bianchi al sax, Gionata Costa al violoncello, Andrea Costa al violino, Stefano Ricci al contrabasso e Moris Pradella alla voce. Oltre al già citato Jimi Hendrix, i Quintorigo non mancheranno di cimentarsi sulle note dei Beatles, Deep Purple, Nirvana, Battiato passando per Mozart, Rossini, Davis e Hancock. I Quintorigo elaborano in un modo personale lo studio dei Maestri del passato, rielaborandoli ed adattandoli ai loro arrangiamenti. Nel passato hanno ottenuto importanti riconoscimenti come il 1° posto ad Arezzo Wave ’98, il premio della critica e per il miglior arrangiamento a Sanremo ’99, il Premio Tenco, la miglior opera prima e il miglior arrangiamento a Sanremo 2001. Inoltre si segnalano importanti collaborazioni come Carmen Consoli, Ivano Fossati, Franco Battiato, Enrico Rava, Antonello Salis, Roberto Gatto, Gabriele Mirabassi e Maria Pia De Vito. Giancarlo Parisi ha collaborato per ben 7 anni con il Maestro Fabrizio de Andrè ed ha avuto sempre la “convinzione che la voce di Fabrizio sia insostituibile, ineguagliabile, unica … perché utilizzata come uno strumento”. L’artista messinese oltre ad essere “voce” solista strumentale, adopera un flauto da lui modificato e brevettato denominato “Zi Flute” che incarna “mondi di differenti culture” come il ricordo della voce di Fabrizio De Andrè. Accanto a Parisi ci saranno Melo Mafali alle tastiere, Alessandro Blanco alla chitarra, Giovanni Alibrandi e Viola D’arrigo-Adamova ai violini, Rosanna Pianotti alla viola, Genziana D’Anna al violoncello, Nino Gambino al contrabbasso, Marcello Caputo al Clarinetto, Antonino Cicero al fagotto, Giorgio Rizzo alle percussioni e Marco Pinto alla voce con la Direzione di Maurizio Salemi. Durante la sua carriera Parisi può vantare importati collaborazioni tra cui Eugenio Finardi, Gang, Mia Martini, Pierangelo Bertoli, Fiorella Mannoia, Mauro Pagani e Carmen Consoli. Il musicista, sin dagli anni ‘80, fonda insieme a Giovanni Sollima il gruppo “Carabo” con cui oltre a vincere la “I Rassegna di Musicisti Jazz Siciliani” partecipa al Festival Jazz di Pori e al Leverkusen Jazz Festival. Ha insegnato Sax a Milano al Centro Professione Musica e ha fatto parte della Premiata Forneria Marconi; risulta vincitore alla rassegna “Indipendenti ’90” con il progetto musicale “Giapo World Dance”. Ha partecipato con il suo progetto “Asteriskos”, di cui è autore di tutti i brani, a numerosi festival nazionali ed internazionali. Ha partecipato a novembre 2008 al William Piping Festival di ARMAGH (Irlanda), insieme al sardo Luigi Lai, come unici rappresentanti della musica tradizionale italiana ed è stato scelto, ad agosto 2010, come unico solista italiano di zampogna al Festival Interceltique di Lorient (Francia).

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti