Orlandina, Sindoni: “Sempre al fianco dei tifosi. Con Cento vogliamo il successo”

Orlandina-VareseIl presidente di Capo d'Orlando Enzo Sindoni (foto Roberta Fazio)

Sabato l’Orlandina Basket torna al PalaFantozzi. Alle ore 21 infatti è in programma la seconda gara di Supercoppa contro Cento. Con la viva speranza di avere i tifosi al proprio fianco, ha parlato il Presidente Enzo Sindoni, che si è rivolto all’ambiente paladino: “Abbiamo attivato tutte le procedure, aspettiamo risposta dalle Istituzioni per consentire l’ingresso al palazzetto di 200 tifosi”.

Trapani-Orlandina

Trapani-Orlandina

Lunga la disamina del massimo dirigente che ha affrontato i temi di stretta attualità: “Dopo l’uscita dell’ultimo Dpcm abbiamo constatato la possibilità di avere al nostro fianco soltanto 200 tifosi ma non abbiamo perso tempo ed allertato la Questura e tutti gli organi competenti per ottenere la licenza di pubblica sicurezza che speriamo di ottenere entro la giornata di venerdì. Se ciò avverrà venderemo i duecento biglietti disponibili ma non alla biglietteria che dovrà restare chiusa per evitare assembramenti di persone. So che tanti potrebbero rimanerci male ma dobbiamo convivere per tutto l’anno con questo problema. Se l’autorizzazione non verrà concessa giocheremo a porte chiuse ma studieremo insieme il modo per permettere di vedere una bella Orlandina sia se si è in presenza al palazzetto sia che si debba restare fuori l’impianto. Noi speriamo che le cose possano tornare a breve alla normalità ma sappiamo che dovremo convivere con questa situazione per qualche mese. Facciamolo con lo spirito giusto, consapevoli che abbiamo costruito una squadra divertente e brillante e grazie al nostro partner Antenna del Mediterraneo tutti potranno seguire le sorti della squadra. Tutti devono poter avere l’opportunità di vedere con serenità la squadra perché lo sport è gioia e l’Orlandina è dei tifosi”.

PalaFantozzi

Il PalaFantozzi sarà semivuoto

Archiviato il ko di un punto a Trapani, la società guarda già avanti: “Nella prima uscita nel derby si è vista una bella squadra ma io voglio sempre vincere e la partita era praticamente vinta ma comunque non dimentichiamo che è sempre precampionato. Ha fatto bene il coach a ruotare tutto il roster e creare una gerarchia chiara che rispetti le scelte tecniche adottate. E’ stata una lezione per tutti i ragazzi contro una buona squadra come Trapani, che secondo me va inserita tra le migliori quattro squadre del nostro raggruppamento. Non abbiamo sfigurato e adesso con Cento vinciamo perché giochiamo in casa”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva