Orlandina, Griccioli indica il ruolino di marcia: “A Pesaro per continuare a vincere”

Grandi novità di mercato in casa Upea Orlandina che non devono distrarre la squadra dalle dinamiche di un campionato sempre più avvincente, che sta consacrando ai massimi livelli l’unica formazione isolana al via. “Con Pesaro sarà una partita importante come lo era quella con Caserta – sono queste le prime parole di coach Giulio Griccioli nella sala stampa “Di Noto” per la conferenza pre gara della sfida tra Consultinvest Pesaro e Orlandina – Troviamo una squadra che lotterà con noi fino alla fine per la salvezza. Andremo lì a giocare la nostra partita, anche se siamo ancora in emergenza, ma questa per noi è quasi diventata una normalità. Andrea (Pecile, ndr) che è qui con me può testimoniarlo, i ragazzi marchigiani non mollano mai, lo scorso anno si sono salvati con le unghie e con i denti e perciò saranno pronti a battagliare. Noi non saremo da meno e adesso l’arrivo di Sek Henry ci ha dato ancora più morale e vogliamo andare li a vincere il match. Non è la gara della vita, dato che siamo solo alla settima giornata – continua Griccioli – ma la realtà è che dobbiamo essere determinati e pronti per vincere ogni partita. Ogni gara deve essere per noi la gara della vita, la freschezza del nuovo innesto ci servirà per vincere ancora”.
Oggi infatti è stato il giorno della presentazione di Sek Henry, il playmaker californiano, infatti, si sta allenando per la prima volta con i suoi nuovi compagni e domenica sarà disponibile all’Adriatic Arena. “Henry è un giocatore che ha caratteristiche che a noi sono utili – commenta Griccioli – è un playmaker di grande energia e fisicità ed è un ottimo difensore, è il tipo di giocatore che fa al caso nostro anche per mentalità”.

Il nuovo playmaker Sek Henry insieme al coach Giulio Griccioli

Il nuovo playmaker Sek Henry insieme al coach Giulio Griccioli

L’innesto di Henry aiuterà anche l’altro naturale playmaker biancazzurro, Andrea Pecile, grande ex di Pesaro che descrive così la nuova situazione: “Essere in tanti rende le cose sicuramente più facili, perché riusciamo a dare tutto quello abbiamo con maggiore freschezza. Il livello della Serie A è buono e personalmente sono contentissimo che la società si sia mossa in tal senso avendo preso un ottimo giocatore come Sek”. Pecile poi, incalzato dai giornalisti in sala, valuta il suo apporto all’Orlandina: “Sicuramente non sono contento delle mie prestazioni perché so di poter fare meglio, so quello che posso dare a questa squadra. È chiaro che le cose migliori le faccio nel mio ruolo, e data la situazione in cui eravamo, con le rotazioni molto corte ho cercato di mettere una pezza come potevo. Con Sek sicuramente potrò fare meglio anch’io”.
Queste infine le prime parole da giocatore biancoazzurro di Sek Henry che debutterà con la sua nuova squadra già domenica a Pesaro: “Capo d’Orlando è un posto affascinante col mare vicino, che rende fantastico il paesaggio naturale. Il Capitano è il migliore che potessimo avere. Come caratteristiche sono un palymaker che lavora tanto e che ama difendere duro durante la partita, amo inoltre far girare la squadra perchè solo coralmente si vince a pallacanestro. Non esiste un vero segreto per battere Pesaro, dobbiamo solo rimanere concentrati e giocare come sappiamo fino alla fine”.

Commenta su Facebook

commenti