Non basta l’orgoglio alla Rescifina, ko in casa della capolista Viagrande

Rainbow ViagrandeViktoriia Rostotska in azione contro la Rescifina (foto Romano Lazzara)

Obiettivo raggiunto con tre giornate d’anticipo dal termine della regular season. La Rainbow Viagrande Gruppo Altea conquista il primato matematico con l’undicesima vittoria su undici giornate sin qui disputate nel torneo di Serie B siciliano. 60-48 il punteggio dell’ultima sfida con la Rescifina Messina. Al PalaTomarchio va in scena una gara dai due volti: all’inizio combattuta e con ritmi forsennati sin dal salto a due, più compassata e costellata di sbavature da ambo le parti da metà match in poi. La sfida tra viagrandesi e messinesi vede prevalere l’intensità difensiva sulle capacità offensive delle due formazioni.

Rescifina Messina

La Rescifina Messina ha tenuto testa alla capolista

Partono meglio le ospiti, che nel primo quarto, trascinate da Kalach e Mazurysena mettono il naso avanti sul 6-7 per poi mollare il parziale alle padrone di casa solo sui titoli di coda della frazione, grazie ai quattro punti di Semenchuk. La sfida si mantiene viva fino a metà secondo quarto, con le messinesi in vantaggio, seppur con la minima misura, sul 24-25. Saranno la tripla di Katerynchyk e il canestro di Rostotska a mandare le squadre negli spogliatoi sul 29-28 in favore delle etnee. Il parziale di metà gara sembrerebbe preannunciare battaglia negli ultimi 20 minuti di gioco.

Promessa, però, non mantenuta, perché sebbene al cospetto di una Rainbow sicuramente non brillante, le messinesi calano alla distanza, come dimostra il 16-6 del terzo tempo, costellato dalle triple di Katerynchyk, Semenchuk e Ivanyuk, con quest’ultima che si conferma anima vibrante della compagine allenata da coach Gebbia. La penultima sirena risuona sul 45-34 e nei primi minuti dell’ultimo tempo le viagrandesi impongono un break di 8-0 che preclude a Rescifina le chance di rimonta, nonostante un finale di gara più intenso rispetto alle padrone di casa. Portatesi momentaneamente sul -8 (56-48) le ospiti mandano alla lunetta Ivanyuk e poi concedono a Rostotska il canestro che chiude la sfida.

Polisportiva Rescifina Messina

Il logo della Polisportiva Rescifina Messina

Nel post gara coach Ninni Gebbia commenta la prestazione della sua squadra: “Vittoria, ma con una pessima prestazione per almeno tre quarti della gara. Abbiamo subito le loro iniziative, sia in attacco che in difesa, provando a trovare la soluzione forzando le giocate invece che con il ribaltamento di palla o il movimento, la palla dentro. Nell’ultimo quarto siamo riusciti a chiudere meglio in difesa le loro iniziative e a trovare qualche canestro in contropiede che ha fatto la differenza. Adesso siamo matematicamente primi, ma nei play off si azzera tutto e se sbagli una gara in casa rischi di uscire. Dovremo recuperare intensità difensiva, un maggiore equilibrio e più precisione in attacco e nelle conclusioni”. 

Rainbow Viagrande–Rescifina Messina 60-48
Parziali: 20-17; 29-28; 45-34.
Rainbow Viagrande: Amico, Semenchuk 11, Spampinato, Katerynchyk 10, Giacobbe ne, Gazzè ne, Bosio 6, Sarcià ne, Rostotska 16, Ivanyuk 17. All: Ninni Gebbia.
Rescifina Messina: Melita, Marchese, Shulha 12, Davì 3, Kalach 14, Rescifina 8, Blancato, Spadaro 2, Mazuryshena 9. All: Lilia Malaja.
Primo arbitro: Giuseppe Caci (Gela, CL). Secondo arbitro: Federico Catalano (Pedara, CT). Segnapunti: Marika Pizzimento. Cronometrista: Lucia Signorelli. 24 secondi: Agnese Catalano.

Autori

+ posts

MessinaSportiva.it è stato fondato nel 2005 da Francesco Straface. Nato da una costola di un portale creato nel 2002 per seguire la Pallacanestro Messina, matricola in serie A1 maschile, ha sempre seguito con attenzione il calcio cittadino, dando però spazio a tantissime realtà, anche le meno conosciute. Rappresenta ormai un punto di riferimento per gli sportivi di città e provincia

The following two tabs change content below.

Redazione MessinaSportiva

MessinaSportiva.it è stato fondato nel 2005 da Francesco Straface. Nato da una costola di un portale creato nel 2002 per seguire la Pallacanestro Messina, matricola in serie A1 maschile, ha sempre seguito con attenzione il calcio cittadino, dando però spazio a tantissime realtà, anche le meno conosciute. Rappresenta ormai un punto di riferimento per gli sportivi di città e provincia