Nel tappone dolomitico si impone Chavez. Kruijswij si veste di rosa, Nibali è secondo

ChavesChaves sul traguardo di Corvara

Il tappone dolomitico sconvolge la classifica generale e mette le ali al colombiano Esteban Chaves (vincitore di tappa) e all’olandese Steven Kruijswijk (nuova maglia rosa), che sull’ultima ascesa staccano Vincenzo Nibali. Il campione messinese molla ma non crolla e alla fine riesce a limitare il divario, giungendo al traguardo con 37″ di ritardo. Ritardi pesanti invece per Valverde e Amador.

Chaves

Chaves celebra sul podio il suo successo

Era il tappone dolomitico per antonomasia con ben sei salite, e che salite: Passo Pordoi (9,3 km al 6,9%, max 9%); Passo Sella (5,5 km all’8%, max 12%); Passo Gardena (5,8 km al 4,4%, max 9%); Passo Campolongo (6 km al 5,8%, max 13%); Passo Giau (9,8 km al 9,4%, max 14%); Passo Valparola (11,5 km al 5,8%, max 14%); e, come se non bastasse, il “Muro del Gatto”, strappo inedito per la corsa rosa, solo 360 metri con pendenze impossibili dal 13 al 19%.

Una tappa durissima caratterizzata da una fuga, come spesso accade, di un gruppo folto (oggi addirittura inizialmente sono in 37!), ma la vera sfida è nel gruppo tra gli Astana di Nibali e i Movistar di Valverde e di Amador. Dopo l’azione di Ruben Plaza, sul quarto gpm in programma, Passo Giau, sono Darwin Atapuma e Kanstantsin Siutsou che riprendono lo spagnolo e lo lasciano sul posto. In vetta passa per primo Atapuma, ma nel gruppo dei migliori in classifica perde contatto la maglia rosa. Nella successiva discesa, Amador, sfruttando le sue grandi doti di discesista, si avvicina e recupera i 53” che pagava in cima al Giau. Encomiabile il lavoro di Michele Scarponi, come ultimo uomo di Nibali, poi c’è Valverde, l’imperscrutabile Kruijswijk, Chaves, Majka e pochi altri.

Steven Kruijswijk

L’olandese Steven Kruijswijk è la nuova maglia rosa

Ultima salita (Passo Valparola) – Scatto di Nibali! Valverde rimane sui pedali, senza abbozzare la benché minima reazione. Sul campione d’Italia si riportano solo Kruijswijk, Majka e Chaves, Uran e Zakarin. Dopo alcuni scatti di Chaves, se ne va tutto solo Steven Kruijswijk, il regolare passista-scalatore olandese, perdono contatto Zakarin, Uran e Majka. Chaves stacca Nibali, il colombiano ha un altro passo e si lancia a caccia di Kruijswijk. Davanti intanto Atapuma è rimasto da solo. Chaves si riporta su Kruijswijk, ma Nibali non perde più di 30”, mentre naufraga Valverde. In cima Atapuma ha solamente 37” di vantaggio sugli ex compagni di fuga Preidler e Siutsou, sui quali rientrano proprio sul gpm Chaves e Kruijswijk; Nibali transita a 1’08”. Mancano 19,5 km all’arrivo e la discesa strizza l’occhio a Nibali. Aggiornamento ai -10: Atapuma sempre in testa con 35” su Kruijswijk, Chaves, Siutsou e Preidler, Nibali è a 1’01”; il gruppo Valverde è a 3’21”. Una considerazione: il Nibali di quest’anno non è quello di sempre in discesa, altrimenti sarebbe sicuramente riuscito a recuperare il passivo in quasi dieci chilometri.

Finale – Ci si avvicina a grande andatura all’inedito muro del Gatto. Intanto, ai -8 il battistrada vanta 25” sul quartetto all’inseguimento e 52” su Nibali, che paga ancora 27” alla coppia rivale in classifica Chaves-Kruijswijk. A poco più di 5 km dal termine, svolta sulla destra e inizia il muro con Atapuma che ha solo 20” di vantaggio. Una folla straripante applaude il passaggio dei grandi di questo Giro. Atapuma riesce a passare indenne, anche se il vantaggio cala ancora: 15”, poi 7”, 5” e viene ripreso ai -2! Volata a quattro, tra Kruijswijk, Chaves, Preidler e Atapuma. Preidler lancia una volata lunga, ma Chaves e Kruijswijk non mollano e, dopo l’ultima curva in prossimità della linea d’arrivo, c’è la rimonta di Chaves che vince davanti a Kruijswijk, nuova maglia rosa! Per il colombiano anche 10” d’abbuono e 6” per l’olandese della Lotto NL-Jumbo. Nibali perde 37”, Majka e Zakarin due minuti e mezzo, Valverde, grande sconfitto di giornata, arriva a tre minuti.

ARRIVO DELLA 14ESIMA TAPPA – 1. Chaves, 2. Kruijswijk, 3. Preidler, 4. Atapuma +6″, 5. Nibali +37″, 6. Siutsou, 7. Zakarin +2’29”, 8. Majka, 9. Uran +2’50”, 10. Pozzovivo +3’00”.

CLASSIFICA GENERALE – 1. Kruijswijk, 2. Nibali + 41″, 3. Chaves + 1’32”, 4. Valverde +3’06”, 5. Majka +3’29”, 6. Zakarin + 3’53”, 8. Uran + 5’01”, 9. Siutsou +5’38”.

The following two tabs change content below.
Giuseppe Girolamo

Giuseppe Girolamo

Giornalista sportivo, iscritto all'OdG della Sicilia. Appassionato di ciclismo!

Commenta su Facebook

commenti