Mortelliti: “Il Pistunina si farà trovare pronto. Speriamo di giocare al Celeste”

PistuninaUn undici titolare del Pistunina

Adesso è ufficiale: il Pistunina per la prima volta nella sua storia disputerà il campionato di Eccellenza. La notizia era nell’aria, la richiesta di ripescaggio era stata presentata con la convinzione di aver tutte le carte in regola, per poter ricevere una risposta positiva. Giovedì il comunicato ufficiale della Lega, che di fatto ha spalancato le porte della quinta serie alla formazione messinese, che adesso dovrà mettere in piedi una formazione in grado di mantenere la categoria.

Raimondo Mortelliti

Il ds del Pistunina Raimondo Mortelliti (scatto Santoro)

A questo ci penserà il direttore sportivo Raimondo Mortelliti, che è già al lavoro: “Abbiamo un’ottima intelaiatura, nella nostra rosa ci sono giocatori come Buda, Ingemi e Minissale che la categoria la conoscono e la possono fare ad occhi chiusi. Inoltre abbiamo aggiunto elementi come Roberto Casella, Giuseppe De Salvo. Un altro fattore su cui crediamo molto è il recupero di Daniele Giacobello, mentre possiamo contare anche su Juniores di grande qualità. Naturalmente il nostro obiettivo è quello di raggiungere la salvezza al più presto possibile, magari togliendoci qualche soddisfazione e vivendo con entusiasmo quello che per noi è un sogno che si realizza”.

Adesso si dovrà dare un colpo d’acceleratore a quelle trattative legate al ripescaggio in Eccellenza: “Lunedì dovrebbe arrivare un calciatore che già avevamo contattato, mentre sempre la prossima settimana dovrebbe arrivare un ragazzo di origini romane con un passato anche in Lega Pro, che ci ha dato la sua disponibilità a trasferirsi in Sicilia. E’ un elemento di grande esperienza, classe ’83, su cui noi puntiamo molto anche per portare un po’ d’esperienza ad un gruppo comunque giovane”.

Raimondo Mortelliti

Il diesse del Pistunina Raimondo Mortelliti in tenuta di gara in uno scatto del 2013

Presto si dovrà risolvere anche la questione legata al campo, con il Comune e il Messina pronti a venire incontro al Pistunina: “Contiamo di giocare le partite interne al “Celeste” – ha annunciato Mortelliti – Vedremo se riusciremo a conciliare le nostre esigenze con quelle dell’ACR, che in quel terreno di gioco svolge gli allenamenti settimanali. Il Comune mi ha già dato il nulla osta, inoltre possiamo dire di avere ottimi rapporti anche con la società del presidente Natale Stracuzzi, che ci ha permesso di festeggiare i 50 anni della società al San Filippo”.

Fortunatamente è stato scongiurato il rischio di vedere le messinesi spalmate su due gironi. Il Pistunina affronterà piazze di grande tradizione, come Acireale, Milazzo, Giarre, Palazzolo e lo Scordia appena retrocesso dalla D, “Il prossimo campionato sarà un banco di prova per tutti, un’occasione che soprattutto i giovani non dovranno lasciarsi sfuggire perché avranno l’opportunità di giocare in località in cui si sentirà il fattore campo. Questo aiuterà ad aumentare la loro personalità”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com