Mondello-Rossano, il Camaro stende il Sant’Agata e sale in quinta posizione

La gioia dei giocatori del Camaro (foto Familiari)

Il Camaro regola 2-0 il Sant’Agata, alla vigilia secondo in classifica. I biancazzurri cadono al “Marullo” (oggi a porte chiuse) al termine di un incontro giocato con grande intensità da entrambe le squadre. Ancione colpisce in pieno la traversa, sprecando un rigore. Rosso per Inferrera, Mondello sigla il vantaggio su punizione. Al 6′ della ripresa arriva il raddoppio neroverde con Rossano.

La cronaca – La gara fin dai primissimi minuti si gioca a gran velocità con le due squadre che si battono fin da subito con grinta e determinazione. Il primo affondo degno di nota è del Camaro al 7′: cross da destra di Falcone, Portovenero tocca di testa per l’accorrente Mondello che calcia di prima in corsa mandando alto. Trascorre un minuto e Portovenero si presenta in area di rigore avversaria e viene affrontato da Lupo che lo stende, per l’arbitro è calcio di rigore. Sul dischetto, dopo un paio di minuti persi a causa delle proteste ospiti, si presenta Ancione che spiazza Inferrera ma colpisce in pieno la traversa. Il penalty fallito non abbatte comunque i padroni di casa, che continuano a spingere con continuità limitando bene, al contempo, i temibili attaccanti avversari. Al 17′ uno schema su punizione libera Cappello, cross di prima per Assenzio che colpisce male di testa, il pallone torna al capitano del Camaro che calcia di prima centrando la parte esterna dell’incrocio dei pali. Segue una fase in cui, pur restando alta l’intensità, le due squadre faticano a creare occasioni da gol. Ma al 35′ arriva uno degli episodi chiave del match: lancio di Cappello per Paludetti, che tocca di prima al limite trovando l’opposizione con le mani di Inferrera, uscito oltre la propria area; per l’arbitro è chiara occasione da gol e il numero uno ospite viene espulso. Della punizione si incarica Mondello che fa centro con un beffardo tiro rasoterra, la sfera passa sotto la barriera e si infila alle spalle del neo entrato Scurria. Per Alberto Mondello è il terzo gol stagionale in campionato. Il Sant’Agata prova subito a reagire ma la conclusione dal limite di Mincica al 40′ è neutralizzata senza affanni da Mannino. Un minuto dopo è Isgrò a cercare la porta con un tiro-cross da destra deviato da Mondello, Mannino è attento e devia in corner. Prima dell’intervallo, al 45′, bella combinazione tra i due terzini del Camaro: Cappello riceve da Paludetti e va al cross da destra, Mondello si fa trovare pronto dall’alltra parte e calcia al volo di potenza trovando l’opposizione col corpo di Scaffidi. Pochi istanti prima di rientrare negli spogliatoi si fa male Portovenero (problema muscolare), rimpiazzato ad inizio ripresa da Bonamonte.

Un duello tra Isgrò e Assenzio (foto Familiari)

Nel primo minuto di gioco del secondo tempo rischia grosso il portiere Scurria, che sbaglia il disimpegno ed è costretto al fallo su Assenzio al limite dell’area, l’arbitro lo ammonisce e assegna la punizione: della battuta si incarica Paludetti che aggira la barriera ma non trova la porta. Il raddoppio neroverde è rinviato di pochi minuti: è il 6′ quando Ancione illumina con un assist meraviglioso per Rossano, che si inserisce da destra, controlla con il petto e trova di sinistro l’angolo più lontano depositando la sfera in rete. Per l’attaccante classe ’99, ex dell’incontro, è il sesto gol in campionato. Sulle ali dell’entusiasmo, il Camaro continua a spingere e diventa padrone del match. Al 7′ Cappello trova il fondo per l’ennesima volta e va al cross per Rossano, determinante il salvataggio sotto porta di Russo. All’8′ Mondello cerca la porta direttamente da calcio d’angolo, Scurria si salva respingendo bene. Il portiere del Sant’Agata è attento anche al 9′, quando si distende alla propria destra per deviare in corner il destro da fuori di Bonamonte. Sul corner che segue, conclusione centrale di Assenzio neutralizzata agevolemente da Scurria. All’11’ Rossano innesca Bonamonte, che si presenta a tu per tu con Scurria ma viene fermato dalla segnalazione di fuorigioco dell’assistente. Gli ospiti interrompono il monologo del Camaro al 20′ andando vicino al gol con Mincica, che riceve in area da Lupo, calcia a botta sicura a pochi passi dalla porta ma trova la straordinaria risposta di Mannino. Tra il 22′ e il 27′ Ferrara ridisegna la squadra inserendo prima D’Amico per Rossano e poi Campo per Paludetti. I padroni di casa tornano a spingere e al 33′ vanno ad un passo dal terzo gol: Falcone riceve in area da Assenzio e calcia a botta sicura da pochi passi ma la sua conclusione è centrale e Scurria può intervenire. Il finale di gara vede il Sant’Agata alla disperata ricerca di un gol per riaprire l’incontro ma i padroni di casa non si concedono disattenzioni e quando ripartono provano anche a far male. Al 38′ è Bonamonte a calciare di potenza dal limite mandando però la sfera oltre la traversa. Non succede altro fino al triplice fischio: Camaro – Città di Sant’Agata termina 2-0. I neroverdi di Ferrara toccano quota 37 punti e agganciano il Giarre in quinta posizione. Mercoledì si torna in campo per il turno infrasettimanale previsto dal calendario: Camaro di scena sul campo del Ragusa.

 

Camaro – Città di Sant’Agata 2-0
Marcatori: 38′ pt Mondello (C), 6′ st Rossano (C).
Camaro: Mannino, Cappello, Mondello, Sciotto, Pettinato, Falcone, Portovenero (1’st Bonamonte, 47′ st Munafò), Assenzio, Paludetti (27′ st Campo), Ancione, Rossano (22′ st D’Amico). In panchina: Sanneh, Pantano, Buda. Allenatore: Pasquale Ferrara.
Città di Sant’Agata: Inferrera, Russo, Bontempo, Privitera, Scaffidi (37′ st Tricamo), Zingales (1′ st Franchina), Lupo, Segreto (28′ st Pino), Cicirello (36′ pt Scurria), Mincica, Isgrò (17′ st Matera). A disposizione: Andriolo, Fogliani. Allenatore: Santi Bellinvia.
Arbitro: Massimiliano Moretti della sezione di San Benedetto del Tronto.
Assistenti: Manfredi Scribani e Francesco Bentivegna della sezione di Agrigento.
Ammoniti: 10′ pt Cappello (C), 10′ pt Privitera (S), 23′ pt Isgrò (S), 45′ pt Rossano (C), 1′ st Scurria (S), 14′ st Russo (S), 32’st Pettinato (C), 35′ st Scaffidi (S).
Espulso: 35′ pt Inferrera (S).
Recupero: 1′ pt, 4′ st.

Commenta su Facebook

commenti