Milazzo, Daspo di sei anni e obbligo di presentarsi in Questura per un tifoso

QuesturaL'ingresso del Commissariato di Milazzo

Partite di calcio interdette per sei anni al tifoso 43enne che lo scorso 28 agosto, in occasione dell’incontro tra Nuova Igea Virtus e Ss Milazzo, disputatosi a Barcellona Pozzo di Gotto, si è reso responsabile di condotte pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica. Il lavoro di indagine condotto dai Poliziotti del Commissariato di Milazzo ha ricostruito quanto accaduto. In particolare, durante il servizio di scorta dei tifosi mamertini, più precisamente al momento del raduno, il quarantatreenne non ha esitato a far esplodere un grosso petardo, causando una forte deflagrazione e conseguente nube di fumo nella piazza Caio Duilio di Milazzo.

stadio D'Alcontres

Il derby tra Igea e Milazzo andò in scena al D’Alcontres di Barcellona

Le immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza presenti sulla via hanno confermato le responsabilità del supporter violento, successivamente valutate e ritenute congrue all’emissione del provvedimento. Il “Daspo” a firma del Questore Ioppolo vieta l’accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive nonché il transito ai luoghi interessati dalle stesse, comprese strade, stazioni e persino esercizi pubblici. Altresì disposto e convalidato dall’Autorità Giudiziaria l’obbligo a presentarsi presso l’ufficio di polizia al 25’ del primo tempo e al 25’ del secondo tempo di ogni partita, al fine di verificare il rispetto delle prescrizioni imposte.

Autori

+ posts