Il Messina Volley cede al tie break al Triggiano

Messina Volley - TriggianoMessina Volley - Triggiano

La Sicilia è terra di conquista per la Pharma Giuliani di Triggiano. Seconda trasferta isolana per le ragazze di Ivan Castillo nella nona giornata della B2 femminile (girone I) di volley e, dopo quella di Catania, seconda sofferta vittoria al tie-break, questa volta sul campo del Messina Volley (2-3) di coach Cacopardo. Sotto di due set, Masino e compagne danno prova di essere un collettivo orgoglioso e capace, capovolgendo le sorti di un match che sembrava già perso. Grande prova dell’opposta Giulia Cariello, top scorer dell’incontro con 25 punti (3 ace), seguita da Binetti (17) e dalla centrale Ragaini (11); le altre centrali Di Reda e Bisceglia si danno il cambio all’inizio del terzo set mentre Guglielmi porta a casa 9 punti, nonostante le non perfetta condizioni fisiche. Masino torna ad ottimi livelli in regia, così come Sollecito è attenta e concentrata in difesa.

– Il match –

Messina Volley - Triggiano

Messina Volley – Triggiano

Coach Castillo parte con Masino al palleggio e Cariello opposta, Ragaini e Bisceglia al centro, Guglielmi e Binetti di banda, Sollecito libero; Messina risponde con Donato in regia, opposta Montalto, laterali Criscuolo e Maccarone, Carnazza e Scimone centrali, Olivieri libero.

Sin dalle prime schermaglie è chiaro che regnerà l’equilibrio in campo. Due fast di Ragaini ai quali risponde Scimone per il 6-4. Messina allunga a 8-12. Cariello scalda il braccio che creerà sconquasso nella difesa siciliana; pallonetto di capitan Masino ma Messina si porta in vantaggio 13-12. Il primo set è un botta e risposta continuo fino a quando l’opposta barese non sale in cattedra, realizzando quattro punti consecutivi (7 nel parziale) e trascinando Pvg al 24-24. Ancora una veloce di Ragaini per il primo set point triggianese, vanificato da Carnazza e compagne. Attacco out di Binetti e ricezione imperfetta di Guglielmi: Messina prevale 28-26.

La seconda frazione non è di quelle che Pharma Giuliani conserverà nel libro dei ricordi. Tornano a galla distrazioni e imprecisioni che Castillo sperava di aver archiviato per sempre. Due servizi vincenti di Cariello tengono Pvg in gara fino al 6-6. Il turno al servizio di Montalto è fatale per la difesa ospite con un parziale di 6-0 che porta Messina sul 12-6. Muro di Bisceglia, ancora un ace di Donato (18-13). Binetti e Ragaini lottano fino alla fine, ma le atlete di casa si aggiudicano il set per 25-19.

Non tutto è perduto. Castillo sprona le sue atlete: “Qui bisogna fare punti a tutti i costi”. Trasmette la sua convinzione al gruppo che rientra in campo con ben altra motivazione. Equilibrio fino al 12-12. Primo tempo di Ragaini e ace di Di Reda, appena entrata in campo: 12-15. Cariello da seconda linea per l’allungo decisivo (16-21); l’opposta barese supera se stessa con 8 punti nel set. Un pallonetto di Guglielmi chiude il parziale 18-25.

Pvg ha ritrovato compattezza e buone trame offensive. Sollecito con le sue ottime ricezioni, stimola le compagne a non mollare in difesa. Pvg parte forte nel quarto parziale sospinta dagli attacchi in diagonale di Binetti e Guglielmi (9-10). Due ace di Msasino e uno di Di Reda per 11-18. Il ritmo degli attacchi ospiti è tambureggiante, Messina è frastornata. Binetti colpisce all’incrocio delle linee, la fast di Ragaini è implacabile per il 13-24. Un errore delle peloritane sancisce il 14-25 conclusivo.

L’inerzia del match è cambiata. Cacopardo cerca di correre ai ripari. Messina parte bene nel tie break con un secco 3-0 frutto degli attacchi di Maccarone e Carnazza. Cariello non ci sta e fa la voce grossa riversando un rabbioso fendente sull’opposta avversaria . Binetti sfrutta al meglio il muro casalingo. Sorpasso Pvg 4-5. Ancora una fast di Ragaini e un attacco muro-out di Guglielmi per il 6­-7. Entra Claudia Romanazzi che con un buon turno in battuta dà manforte alle compagne. Due muri vincenti di Di Reda e le triggianesi allungano il distacco (7-12). Ancora Cariello, Binetti in diagonale e Guglielmi in parallela fanno il resto portando in Puglia l’insperata vittoria (8-15).

Coach Castillo al termine della partita: “Sono molto contento del risultato, dopo una lunga trasferta, sotto due a zero su un campo difficile come questo e contro una squadra ben messa in campo, non era facile portare a casa la vittoria. Faccio i complimenti alle mie ragazze e all’allenatore avversario perché le messinesi ci hanno fatto sudare davvero. Nel terzo set hanno mollato un po’ e ci hanno dato lo spunto per migliorare il nostro gioco”.

Pvg raggiunge quota 13 punti e settimo posto nel girone I, consolidando la posizione di metà classifica (ancora appaiata a Castellana), a + 5 dalla zona pericolo: quartultima del gruppo è proprio la squadra avversaria di Pvg nel prossimo turno domenica 20 dicembre alle 17 al PalaCarbonara: il Giavì Pedara Volley.

Commenta su Facebook

commenti