Il Messina stende in rimonta il Monopoli: 3-2 firmato da Gustavo e Tavares

Sfida dai mille capovolgimenti al San Filippo. Il brasiliano di testa firma il vantaggio, poi la rimonta ospite con Romano e Djuric. Nella ripresa le prodezze dello scatenato ex Novara e del portoghese regalano alla squadra di Di Napoli tre punti fondamentali.

Il pre-partita. Dopo la batosta casalinga subita contro il Benevento ed il pari senza gol di Ischia il Messina affronta al “San Filippo” il Monopoli nella terza giornata di ritorno. Di Napoli deve rinunciare agli infortunati Palumbo, Padulano, Cocuzza, Parisi e Bramati, oltre al terzo portiere Di Stasio. Tavares, non al meglio, si accomoda in panchina come Berardi. La formazione è pressoché obbligata. Tra i pali Addario, in difesa Barilaro, Martinelli, Burzigotti e De Vito, in mezzo al campo Fornito, Giorgione e Baccolo, in attacco il tridente composto da Gustavo, Leonetti e Salvemini. Il Monopoli, a secco di vittorie da novembre, si affida in avanti a Gambino ed all’ex Croce. Scarsa la presenza di pubblico sugli spalti, nonostante l’orario e la bella giornata di sole.

Baccolo manovra in mezzo

Baccolo manovra in mezzo

La cronaca. Al “San Filippo” si comincia con otto minuti di ritardo rispetto alle 14. Al 4’ bella apertura di Gustavo che serve dentro l’area Fornito, la cui conclusione viene ribattuta con il corpo da un difensore. Salvemini, all’8’, per poco non approfitta di un avventato retropassaggio, Pisseri salva però in uscita. Il Monopoli si fa vedere al 12’ con il cross teso dalla destra di Luciani, sul quale Romano non arriva di un soffio a deviare la sfera. Il Messina si accende soprattutto grazie alle iniziative di Gustavo: il brasiliano difende palla al limite e calcia in diagonale, non trovando lo specchio. Al 17’ giallorossi ancora pericolosi sull’asse Gustavo-Salvemini, ma l’ex ternano spedisce alto cercando la porta di prima intenzione. E’ il 22’ quando Leonetti prima opera un tiro-cross che per poco non beffa Pisseri, poi sugli sviluppi dell’azione non riesce da sinistra a battere il portiere biancoverde. Il Messina manca di concretezza in avanti. Ci pensa quindi Gustavo al 27’ ad inventarsi un gran colpo di testa sul perfetto suggerimento di Fornito, il pallone scavalca Pisseri e si insacca sotto la traversa. Giallorossi in vantaggio con il terzo gol stagionale del brasiliano. La gioia, però, dura poco. Burzigotti è costretto a chiedere il cambio per un problema fisico, sostituito da Russo. Già al 29’ il Monopoli trova l’1-1 con una splendida conclusione da sinistra di Romano che supera con un “sombrero” Barilaro e scarica al volo alle spalle di Addario. Situazione di parità subito ristabilita e per i pugliesi è la fine del lungo digiuno in fatto di reti che era arrivato quasi a 500’. Incassato il gol il Messina prova a reagire. Al 35’ è fuori misura il tentativo di Fornito su punizione da posizione favorevole. Il Monopoli ha però preso coraggio e sul traversone dalla destra di Luciani ci prova al volo Croce, spedendo di poco alto. Gambino chiama poi in causa dalla distanza Addario che blocca in presa. Leonetti, al 42’, si accentra e va al tiro, ancora troppo debolmente per impensierire Pisseri. Messina vicinissimo al 2-1 al 44’: cross di De Vito da sinistra, Salvemini impatta di testa ma coglie da due passi una clamorosa traversa. La doccia fredda è dietro l’angolo. Proprio al 45’ il Monopoli ruba palla a centrocampo e Djuric sorprende da lontano Addario con un tiro che si insacca alla destra del portiere, apparso in grave ritardo. Si va al riposo sull’1-2 per la squadra di Tangorra.

Addario sorpreso sul tiro di Djuric

Addario sorpreso sul tiro di Djuric

Mossa obbligata per Di Napoli dopo l’intervallo: dentro Tavares per lo spento Leonetti. Il 2-2 non tarda ad arrivare. Ci pensa, neanche a dirlo, Gustavo. Lancio in profondità di Martinelli, controllo al cashmere del brasiliano, scattato sul filo del fuorigioco, che evita Pisseri e deposita in rete. Al Messina sono bastati 3’ per rimettere le cose a posto con la spettacolare giocata di Gustavo, alla seconda doppietta del campionato. Ci sarebbe anche la chance per ribaltare completamente il risultato, ma Tavares si fa respingere da Bei in scivolata la conclusione diretta verso la porta di Pisseri. Al 15’ non si intendono Addario e Russo e per poco non ne approfitta Croce che per fortuna del Messina manda fuori bersaglio. La squadra di Di Napoli rischia grosso in seguito sull’accelerazione di Croce, De Vito con mestiere lo sbilancia al momento del tiro a tu per tu con Addario. I ritmi calano, ma il Messina trova la fiammata per spezzare l’equilibrio. Al 31’ Tavares fa esplodere il San Filippo, correggendo in rete il cross di Giorgione. Bella la torsione di testa del portoghese che non lascia scampo a Pisseri, firmando il 3-2. Incontenibile la gioia dell’attaccante che celebra la rete sotto la curva Sud dopo essersi tolto la maglia. Quinto, pesantissimo, centro stagionale per la punta con trascorsi nell’Ancona. Il Monopoli tenta il tutto per tutto, ma è poco lucido negli ultimi assalti. La barriera devia in angolo sulla pericolosa punizione dal limite di Viola. Con i pugliesi tutti sbilanciati in avanti Salvemini divora il 4-2 in contropiede (3 contro 1), dopo l’assist al bacio di Tavares, calciando a lato. Incredibile la chance gettata alle ortiche, sembrava un gol già fatto. Il Messina batte comunque il Monopoli 3-2 e centra un successo che vale oro colato. Quota 29 raggiunta, l’obiettivo salvezza è adesso più vicino ed una rimonta così alimenta anche altre ambizioni.

La formazione del Messina

La formazione del Messina

Il tabellino. Messina-Monopoli 3-2
Messina: Addario, Barilaro, De Vito, Baccolo, Martinelli, Burzigotti (26’ pt Russo), Fornito, Giorgione, Leonetti (1’ st Tavares), Gustavo, Salvemini. A disp. Berardi, Frabotta, Fusca, Barraco, Masocco, Ascione, Zanini, Biondo. All. Di Napoli.
Monopoli: Pisseri, Esposito, Bei (32’ st Mercadante), Tarantino, Djuric, Pinto (32’ st Rosafio), Luciani, Viola, Croce, Romano, Gambino (14’ st Di Mariano). A disp. Mirarco, Ferrara, Difino, Battaglia, Lescano. All. Tangorra.
Arbitro: Federico Dionisi di L’Aquila. Assistenti: Valerio Vecchi di Lamezia Terme e Daniele Argento di Palermo.
Marcatori: 27’ pt Gustavo (Me), 29’ st Romano (Mo), 45’ pt Djuric (Mo), 3’ st Gustavo (Me), 31’ st Tavares (Me)
Ammoniti: 40’ pt Gustavo (Me), 4’ st Djuric (Mo), 19’ st Barilaro (Me), 22’ st Bei (Mo), 29’ st Giorgione (Me), 31’ Tavares (Me). Note – Corner 5-4 per il Messina. Recupero: 2′ nel primo tempo, 4′ secondo tempo. Spettatori: 1950 presenze, 1570 abbonati, incasso 5249 euro, quota abbonati 7802 euro.

Commenta su Facebook

commenti