Messina-Salernitana torna dopo 12 anni. Nel 2003 il 2-0 targato Rezaei e Zoro

Marc Zoro

Sono in totale ventinove i precedenti in riva allo Stretto tra Messina e Salernitana, validi come gare di campionato, con 17 vittorie dei giallorossi, 6 pareggi e 6 affermazioni ospiti. La serie è cominciata nel lontano 1927-28, quando l’allora Us Messinese si impose per 3-0. Identico risultato per l’A.C. Messina nel 1928-29. Nel 1929-30 rotondo 7-1 per i locali, mentre nel 1930-31 furono i campani a “brindare” prevalendo per 1-2. Al 2-0 del Messina nel 1931-32 seguì il primo pari nella storia dei confronti tra le due compagini, determinato dall’1-1 del 1939-40. Ritorno al successo dei peloritani in B nel 1950-51: 2-1 con reti di Della Casa, Marchetto e Taccola. Altro 2-1 nel 1951-52, targato Colomban, Koenig e Fioravanti. Quindi lo 0-0 del 1952-53. Nel 1953-54 1-0 per i padroni di casa: match-winner Moro all’82’. Blitz granata, invece, nel 1954-55, grazie all’1-2 in rimonta firmato al 13′ da Orlandi, al 37′ da Avallone ed al 79′ da Pastore.

Totò Schillaci, spesso protagonista contro la Salernitana

Totò Schillaci, spesso protagonista contro la Salernitana

Le sfide sono proseguite tra i cadetti nel 1955-56, 2-0 con i centri di Bellotti e Grisa, e nel 1966-67, altro 2-0, autori Gonella e Villa. Nel 1968-69, in C, 1-1. Luppi su rigore al 63’ per il vantaggio messinese, Veronese all’84’ per il definitivo pari. Stagione 1969-70, Chierici e Arbitrio su rigore i protagonisti del successo giallorosso per 2-0. Sempre in terza serie, nel 1970-71, Gambero (52’) e Bianchini (67’) a far sorridere la Salernitana, vittoriosa per 0-2. Nel 1971-72 1-0 per i locali, con Corucci a segno al 56’. Ritorno alla vittoria per i campani nel 1972-73, in virtù delle marcature di Stellone e Lavino. Divisione della posta nel 1974-75 (1-1, Hellies e Capone), mentre è relativo al 1975-76 il netto 4-1 in favore del Messina. Al 31′, a spezza l’equilibrio, l’autogol di Arienti. Raddoppio al 56′ di Pensabene e dopo la rete ospite al 63′ di Stevan a chiudere la doppietta di Polizzo, tra il 71’ su rigore e l’82′. Nel 1976-77 1-2, con la Salernitana a far festa con Tinaglia (30’) e Colombo (65’). Inutile il gol al 71′ di Garganico.

Rahman Rezaei, a segno nell'ultimo Messina-Salernitana

Rahman Rezaei, a segno nell’ultimo Messina-Salernitana

La sfida, ritornata nel 1983-84, è ampiamente di marca giallorossa: 4-1. A confezionare il poker Caccia al 17’, momentaneo pari di Zaccaro al 60’, poi Jannucci al 61’, Rovellini al 64’ e ancora Jannucci al 75’. Nel 1984-85 1-0: decisivo Schillaci al 15’. Totò-gol si ripete nel torneo della promozione in B, stagione 1985-86. Sua la doppietta, al 1’ ed al 60’, a stendere i campani. Tra i cadetti, a seguire, l’1-1 del 1990-91, con marcatori Protti al 34’ e Pasa al 47’, entrambi dal dischetto. Altro pari, ma a reti bianche, nel 1992-93 in C. Exploit granata, di nuovo in B, nel 2001-02. Show al “Celeste” della squadra di Zeman, per nulla intimorita dall’iniziale vantaggio firmato da Grabbi al 45’. Bellotto (71’), Tedesco (82’) e Vignaroli (86’) a capovolgere il risultato, chiudendo sull’1-3, tra gli applausi dello sportivissimo pubblico di casa. Una sconfitta che costò la panchina ad Arrigoni, ritornato comunque in sella dopo appena una settimana di gestione Apuzzo. Altrettanti 2-0 negli ultimi due confronti. Doppietta personale del fantasista Iannuzzi, al 33’ e all’82’, nel 2002-03. L’ultimo precedente è invece relativo al torneo 2003-04, culminato con la storica promozione in A degli uomini di Mutti. Dei difensori Rezaei all’11’ e Zoro, un ex, al 16’, le reti, maturate entrambe sugli sviluppi di corner che spianarono la strada verso un facile successo contro la formazione guidata da Pioli, attuale tecnico della Lazio.

Commenta su Facebook

commenti