Ecco i primi sette nuovi acquisti del Messina: c’è anche l’ultimo arrivato Stampa

I volti nuovi in posa (foto Paolo Furrer)
La presentazione dei sette nuovi acquisti del Messina (foto Paolo Furrer)

La presentazione dei sette nuovi acquisti del Messina (foto Paolo Furrer)

La sala stampa dello stadio San Filippo ha ospitato la presentazione dei nuovi acquisti dell’ACR Messina, nel giorno in cui 21 dei 23 elementi in organico hanno risposto presente al raduno. Per 16 di loro visite mediche e test atletici alla Cot. I restanti si sottoporranno ai controlli obbligatori nella giornata di sabato. Unici assenti giustificati il croato Sasa Bjelanovic ed il brasiliano Roni Carlo Temporini, che si aggregheranno al gruppo nelle prossime ore. Numerosissimi i tifosi presenti, un po’ come era già avvenuto in occasione dell’ultima conferenza stampa del patron Pietro Lo Monaco. Il Messina fino ad oggi aveva ufficialmente annunciato otto acquisti (oltre ai già citati Bjelanovic e Temporini, Altobello – in prestito dal Parma -, Benvenga, Esposito, Izzillo, Nigro e Paez). Ad accomodarsi in sala stampa Lo Monaco, Ferrigno, Torrisi e sette volti nuovi: c’è infatti anche Stampa, che arriva in prestito dal Livorno.

Esposito, Altobello, Paez e Stampa al fianco di Ferrigno (foto Paolo Furrer)

Esposito, Altobello, Paez e Stampa al fianco di Ferrigno (foto Paolo Furrer)

Il patron ha annunciato che dopo la partita di Coppa Italia con il Pontedera è prevista una presentazione ufficiale alla città dell’intera rosa e del nuovo sponsor ufficiale. “Abbiamo centrato tutti gli obiettivi che ci eravamo prefissati. Li abbiamo seguiti da tempo e non ci siamo fatti influenzare dalle sirene del mercato nè da qualche fantasia. Ci auguriamo che questi ragazzi possano bagnare di sudore e perfino di sangue la nostra divisa. Ce la giocheremo con tutti e non ci preoccupa la presenza di organici sulla carta anche più attrezzati di noi. D’estate i campionati li vincono tutti, poi sul campo nei mesi successivi ci sono ben altre sorprese. Dò il benvenuto a tutti questi ragazzi in una piazza che nel recente passato ha fatto benissimo. Speriamo possano entrare nella storia del Messina. Quando vedo tutti questi volti nuovi ritrovo entusiasmo, rivivo le mie esperienze da calciatore prima e da dirigente poi. Ad oggi abbiamo raggiunto quota 594 abbonamenti, ma sono convinto che arriveremo a 3.000″. Il responsabile della comunicazione Vittorio Fiumanò ha poi presentato uno ad uno i nuovi acquisti.

Il presidente Torrisi e gli altri neo-acquisti Nigro, Izzillo e Benvenga (foto Paolo Furrer)

Il presidente Torrisi e gli altri neo-acquisti Nigro, Izzillo e Benvenga (foto Paolo Furrer)

Il primo a prendere la parola è stato Altobello: “Conosco il mister ed un po’ di ragazzi. Ho preferito Messina perchè conoscevo una piazza che è molto calda”. Parola poi ad Esposito: “Voglio lasciarmi alle spalle qualche problema fisico accusato ad inizio carriera e punto a prolungare la crescita degli ultimi anni. Posso giocare sia in una difesa a quattro che in una a cinque. Dobbiamo coinvolgere tanta gente per  Poi si è presentato Paez: “Posso giocare più avanzato o da esterno. Spero di vedere un giorno lo stadio pieno”. Stampa: “Messina è una piazza che merita categorie superiori. Spero di conquistarle”. Nigro ha ricordato l’esperienza di quattro anni prima: “C’era una sala stampa deserta, oggi vedo ben altro entusiasmo. L’organizzazione che ho già potuto appurare è la migliore base di partenza”. Izzillo: “Sono un trequartista. Spero di conquistarmi uno spazio importante”. Benvenga: “Ho giocato con Giampà a Como: lo ringrazio per le parole di stima espresse recentemente nei miei confronti. Sono qui per ottenere la serie B”. A presentare l’assente Temporini è stato Lo Monaco in persona: “E’ un difensore centrale, che avevamo già visionato a Catania. Dopo alcune esperienze all’estero prova a sfondare nuovamente nel nostro paese, dove il suo tesseramento non era stato possibile per problemi di natura burocratica”.

Infine è intervenuto il direttore sportivo Fabrizio Ferrigno: “Stiamo ancora lavorando su tutti i reparti. La squadra dovrà essere completata. Il mercato è aperto fino al 31 agosto d’altronde. Di concerto con il mister Grassadonia cercheremo di coprire tutti i ruoli ancora scoperti. Il modulo potrà cambiare strada facendo, ci saranno tante varianti tattiche. Con Terlizzi c’è stata soltanto una chiacchierata, ma non abbiamo mai veramente approfondito la questione”.

Lo Monaco ha chiarito poi le posizioni dell’argentino Magallanes e di altre tre calciatori aggregati (Beghetto, Migliore e Gagliardini): “Non sono in prova perché li conosciamo già. Se mostreranno una condizione soddisfacente e si lasceranno alle spalle qualche esperienza poco felice saranno tesserati”.

Commenta su Facebook

commenti