Messina, pluriennali per Balde e Fofana. C’è l’ok per altri quattro prestiti

Ibourahima BaldeIbourahima Balde ha firmato oltre 30 gol nel vivaio della Samp

Sono sette le operazioni ufficializzate dall’Acr Messina, che tra poche ora apre ufficialmente la stagione con il ritiro di Zafferana Etnea. In realtà un’altra decina di accordi sono già stati raggiunti e per gli annunci si attende soltanto la formale ratifica. Il direttore sportivo Christian Argurio, chiamato a un vero e proprio tour de force per recuperare il tempo perduto dopo la promozione arrivata soltanto a inizio luglio, ha già blindato i pali.

Ibourahima Baldé

Ibourahima Baldé in azione con la maglia del Foggia

Il riferimento è alle firme del portiere polacco Michal Lewandowski, tra i migliori interpreti nel suo ruolo nell’ultimo torneo di C, e del giovane Antonino Fusco, che si è messo in luce con Picerno e Gladiator. In difesa un altro over di sicuro affidamento, il terzino Gabriele Morelli, che vanta una promozione in B con il Livorno, e la vivacità del portoghese Tiago Gonçalves. A centrocampo c’è il guineano Amara Konate, mentre in attacco Gian Marco Distefano, ex Catania e Paternò, si è aggiunto ad Andrea Adorante.

Firmerà un biennale anche Ibourahima Balde, 22enne punta centrale in possesso del doppio passaporto spagnolo e senegalese, che si è appena svincolata dalla Sampdoria. Fratello di Keita, in forza al Monaco, è reduce da una positiva stagione nel Foggia. Con i pugliesi 26 presenze, un assist contro il Bari e tre gol, uno contro la Cavese, due nella sfida playoff con il Catania. In C aveva collezionato 23 gettoni anche con la Vis Pesaro. Lunghissima la militanza nel vivaio blucerchiato, con un’ottantina di gare disputate, ben 32 marcature e la fascia da capitano in Primavera. Da segnalare anche la tripletta al Napoli e le doppiette con Milan, Roma e Udinese.

Lamine Fofana

Lamine Fofana con la maglia della Sangiovannese

Contratto fino al 2023 anche per il centrocampista ivoriano Lamine Fofana, ‘98 appena svincolatosi dal Carpi, che ha giocato oltre 90 gare tra i professionisti con gli emiliani e la Fermana e ha giocato tra i Dilettanti con Savona e Sangiovannese. Come nei casi di Lewandowski, Gonçalves e Konate l’accordo pluriennale consentirà di monetizzare un’eventuale cessione futura, con possibile plusvalenza per il club.

Dagli introiti ipotetici a quelli certi, garantiti invece dal minutaggio legato agli under. Dopo Adorante, arrivato in prestito dal Parma, sono attesi nel ritiro catanese gli attaccanti Tommaso Busatto, 2002 che ha firmato dodici reti e cinque assist con la Primavera del Vicenza, che ne detiene il cartellino, e Raffaele Russo, ’99 di proprietà del Napoli. Nel vivaio partenopeo 90 gare e 17 reti, due nella Uefa Youth League, la Champions giovanile, contro Besiktas e Manchester City. L’esordio tra i professionisti con l’Albissola (24 apparizioni e due assist). Poi altri 19 gettoni con le maglie di Pro Vercelli e Rieti e il primo gol in Lega Pro contro la Casertana. Nell’ultima annata ben 28 apparizioni con il Grosseto.

Daniele Sarzi Puttini

Daniele Sarzi Puttini con la maglia del Bari

Arriverà anche il centrocampista Filippo Damian, 25enne che ha già vinto due campionati di C con il Pordenone e la Ternana, a cui è vincolato fino al 2023, e potrebbe rappresentare un valore aggiunto in mezzo al campo, considerata la sua grandissima duttilità. Raggiunta infine l’intesa con l’Ascoli per un altro over, il terzino Daniele Sarzi Puttini, classe 1996, che nell’ultima stagione ha giocato sei gare in B in bianconero e 14 in Lega Pro a Bari. Vasta l’esperienza tra i professionisti (circa 130 le presenze complessive) con le maglie di Carpi, Fermana, Cuneo, Piacenza e Sud Tirol. Due trasferimenti a titolo temporaneo che daranno maggiore sostanza a un gruppo con un’età media giovanissima, una delle prerogative del nuovo Messina, che potrebbe sforare il tetto dei 30 anni soltanto per qualche over nei ruoli chiave, magari uno per reparto. 

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma