Messina, ore di riflessione. Ottimismo sul manto erboso nonostante la pioggia

Acr MessinaLa panchina del Messina con Pitino e Auteri in piedi (foto Beppe Coppolecchia)

Dopo il silenzio post-gara del “Menti” non si registrano ancora comunicazioni ufficiali in casa Messina. Il club ha comunque chiarito che dopo il ko con la Juve Stabia non è stato indetto alcun silenzio stampa e quindi il tecnico Gaetano Auteri potrebbe non essersi presentato in conferenza, come era sempre accaduto in passato, semplicemente per motivi logistici legati al ritorno della squadra in Sicilia, anche in considerazione dell’orario serale in cui si è giocato a Castellamare.

Gaetano Auteri

Il tecnico del Messina Gaetano Auteri

Per la proprietà sono comunque ore di riflessione. L’allarmante classifica e il desolante rendimento esterno ovviamente turbano profondamente il presidente Pietro Sciotto, che non avrebbe nascosto il suo scoramento ai collaboratori più fidati. C’è comunque l’intenzione di dare una sterzata alla stagione, ricorrendo al mercato invernale. Da chiarire il destino del direttore sportivo Marcello Pitino e soprattutto del tecnico Gaetano Auteri. Anche la granitica fiducia fin qui sempre rinnovata con i fatti dal massimo dirigente sembra adesso messa in discussione dalle 13 sconfitte subite in appena 18 giornate e dall’unico punto conquistato nelle ultime sei gare.

Considerato che con il tecnico in estate sarebbe stata siglata un’intesa su base triennale resta da capire se la proprietà è pronta anche ad un esonero, che influirebbe anche in futuro sulle casse societarie, o se attenderà un eventuale passo indietro dei diretti interessati, sulla falsariga delle risoluzioni concordate nel passato torneo con il tecnico Sasà Sullo prima e il direttore sportivo Christian Argurio poi. Il match interno con il Taranto, che chiuderà il girone di andata, e la trasferta sul campo del Crotone vice-capolista le ultime due sfide ufficiali del 2022, prima di una sosta natalizia che dovrebbe coincidere con l’avvio della “rivoluzione” della rosa, preannunciata dal direttore generale Lello Manfredi dopo il ko con il Picerno.

Ngombo

Ricci celebra il tris davanti a Ngombo (foto Beppe Coppolecchia)

Per ciò che concerne la sfida con l’ex Eziolino Capuano filtra intanto ottimismo, con MessinaServizi fiduciosa sulla regolare disputa del match al “Franco Scoglio”. La Lega Pro aveva diffidato il club dopo le gare con Monterosi, Potenza, Turris e Picerno, tutte giocate su un fondo ai limiti della praticabilità. Gli addetti alla manutenzione hanno effettuato una risemina e interventi volti a limitare i disagi legati all’insufficiente drenaggio del manto erboso, che peraltro si verificano ormai da svariate stagioni. Lavori che avrebbero consentito di fronteggiare anche le ultime tre giornate di pioggia, nelle quali ovviamente non è stato possibile effettuare ulteriori sopralluoghi.

Il manto erboso domenica non sarà certo un tavolo da biliardo ma la società partecipata del Comune è certa di ottenere il placet positivo da parte della serie C, presumibilmente nella giornata di giovedì. Il Messina potrà così evitare un altro trasloco, come già avvenne nel passato torneo, quando il derby con il Palermo si disputò sul neutro di Vibo Valentia. In attesa di un possibile cambio di uomini a livello di staff e di organico e di un auspicabile cambio di passo sul fronte dei risultati, si lavora per scongiurare intanto un paradossale cambio di sede.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 l'ingresso nel mondo dell'istruzione, a Siena.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 l'ingresso nel mondo dell'istruzione, a Siena.