Messina-Nocerina manca dal 2000. Otto vittorie dei giallorossi su dieci sfide

Il leader di Gioventù Giallorossa Nino Martorana e Ezio Musa, sul terreno di gioco del "Franco Scoglio"

Messina e Nocerina torneranno domenica ad affrontarsi dopo ben 17 anni. Il bilancio è completamente favorevole ai giallorossi che vantano ben otto successi e non hanno mai perso contro i campani giocando davanti al pubblico amico. Dieci, in totale, i precedenti tra le due squadre, il primo dei quali risale al lontanissimo 1928-29, nell’allora Prima Divisione. Fu il Messina ad aggiudicarsi il confronto per 2-0. Identico punteggio anche nel 1929-30. Nel 1946-47, invece, scoppiettante 2-2 nel girone finale di Serie C valevole per la promozione. In gol Pascoli e Gullo da una parte, Galli e D’Avino dall’altra. Al termine dell’appendice post-season fu proprio la Nocerina a centrare il salto in Serie B, in virtù dell’affermazione nello spareggio contro il Monopoli.

Vittorio Torino

Vittorio Torino resta uno dei bomber più amati di sempre dai tifosi del Messina

Nuovo incrocio in D, nel 1948-49. Peloritani vittoriosi con il più classico dei risultati (2-0), grazie ai gol di Parini e Marchetto. Nel ’49-50 rotondo 3-0 per i padroni di casa, frutto della doppietta di Dalla Casa e del centro di D’Argenio. Verdetti opposti al termine di quella stagione: Messina promosso, Nocerina retrocessa. Musa su rigore, allo scadere del primo tempo, decisivo per l’1-0 del campionato ’74-75. Copione che venne ripetuto integralmente nel ’75-76: Musa, sempre dal dischetto, a bersaglio al 40′. Altro 1-0 per il Messina nel ’76-77, con match-winner questa volta Jovenitti al 7′.

Nella C1 edizione 1984-85 i giallorossi si imposero, quindi, per 3-0. Tutte le reti nella ripresa: 47′ Napoli, 52′ autogol di Valentini, 90′ Spica. L’ultimo precedente, infine, è datato 16 ottobre 2000. Si giocò in notturna al “Celeste”, dove finì 1-1. Di Vittorio Torino l’illusorio vantaggio al 60′, poi il pari di Arco al 76′, complice un’uscita a vuoto del portiere Aiardi. Era ancora il Messina di Beruatto che di lì a poco avrebbe lasciato la panchina a Florimbi.

 

Commenta su Facebook

commenti